Gioco legale e responsabile

Curiosità

Hellmuth atterra a Las Vegas con la testa all’Aria: pronto per 4 high roller, inizia la bet vs Negreanu

Poker Brat torna in action nei tornei a Las Vegas per onorare la scommessa con Kid Poker.

Scritto da
26/03/2021 13:30

800


Phil Hellmuth si prepara a sfidare Daniel Negreanu, non solo nella sfida heads-up (High Stakes Duel) posticipata di qualche settimana per il Covid19, ma anche a distanza per onorare la scommessa con l’amico-rivale canadese.

Phil Hellmuth

Phil Hellmuth (photo courtesy of Pokernews and Christian Zetzsche)

Poker Brat è appena atterrato a Las Vegas ed ha annunciato che si siederà negli high roller dell’Aria in programma la prossima settimana in vista di un week end pasquale che per lui si preannuncia caldo.

Partecipare a questi eventi è un fatto inusuale per il player di Palo Alto che ha raccolto il guanto della sfida dell’amico-rivale canadese. Gli high roller non sono mai stati il suo terreno di caccia preferito. Anche se Hellmuth non finisce mai di sorprendere. Nell’ultima edizione (2019) delle WSOPE (Europe) è arrivato runner-up in un high roller da 25.500 di euro di buy-in. Nell’occasione è riuscito a battere Urbanovich (terzo) e proprio Negreanu (settimo).

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ricordiamo che Daniel Negreanu ha punzecchiato l’ego di Hellmuth con una bet importantei: “Scommetto $400k contro i $200k di Phil Hellmuth che in 50 tornei da $25k all’Aria Hellmuth finirà in rosso. Se riesce a fare profit per $1, vince lui la scommessa”.

Poker Brat, a gennaio, aveva annunciato che il suo rientro sarebbe stato solo post vaccino. Ma, le provocazioni dell’amico Daniel lo hanno indotto a rischiare (non ci risulta che sia stato ancora vaccinato). A Las Vegas però i protocolli di sicurezza nei casinò sono buoni, almeno dalle notizie che stanno filtrando dal Nevada.

Il primo high roller è previsto per il 31 marzo ed è un NLHE da 10.000 dollari di buy-in, con re-entry. Stessa struttura per il torneo dell’1 aprile. Venerdì e sabato 2 e 3 aprile la quota di iscrizione dei rispettivi eventi sarà invece di 25.000 dollari.

Per Hellmuth si prevede una spesa minima di 70mila con i re-entry però che saranno una variabile importante.

Il field che lo attende sarà molto impegnativo con tutti high roller regular di Las Vegas presenti. Non a caso Negreanu ha scommesso con le odds a proprio sfavore.

Non bisogna sottovalutare Hellmuth che rimane uno dei migliori torneisti della storia ma non negli high roller.

In un range di 50 tornei anche la varianza avrà un ruolo importante, ma difficilmente i suoi avversari gli regaleranno una chips.

Dovrà confrontarsi con gente come Ali Imsirovic.

Ricordiamo che l’Aria è Main Sponsor di Hellmuth da parecchi anni e Poker Brat, anche per questo motivo, non si è potuto tirare indietro visto il seguito che ha avuto la provocazione di Negreanu su Twitter. Ed è probabile che il casinò di MGM contribuirà a coprire parte delle spese di Hellmuth. Nel mondo del poker c’è grande attesa per questi primi 4 high roller. Un modo anche per non pensare alla pandemia e cercare, nei limiti del possibile, di tornare alla normalità.

Las Vegas vuole girare pagina.

Tag: