Gioco legale e responsabile

Live

Il fold di Negreanu al SHR è già leggenda: passa una scala contro “Fish2013”, applausi da Galfond

Una giocata da vero campione ha caratterizzato il Day 1 di Daniel Negreanu nel Super High Roller Bowl da 300k. Ecco l'action e il commento di Phil Galfond

Scritto da
20/12/2018 15:00

4.953


Passano gli anni, cambiano le strategie, i giocatori si evolvono e il modo del poker va avanti alla velocità della luce, ma Daniel Negreanu resta. Dagli anni Novanta a oggi, il professionista canadese è riuscito a primeggiare affrontando generazioni molto diverse di poker pro. Anche recentemente, quando la strategia della GTO ha preso piede e ha portato il livello di gioco a livelli mai visti prima, Daniel è riuscito prima a sopravvivere e poi a vincere con costanza grazie a un atteggiamento molto umile che lo ha portato a studiare intensamente la teoria e analizzare le sue mani nei minimi dettagli.

Così, quest’estate Daniel ha chiuso in seconda posizione il Super High Roller Bowl dell’Aria per tre milioni di dollari, un big shot che lo ha ricompensato per tutto il duro lavoro. Più recentemente, invece, il team pro di PokerStars si è messo in mostra non per un risultato ma per una giocata che ha lasciato a bocca aperta tantissimi appassionati di poker e anche numerosi top player. Ecco cosa è riuscito a fare Kid Poker.

La mano tra Daniel Negreanu e Mikita Badziakouski

Siamo al quarto livello del Day 1, i blinds sono 1000-2000 e ci sono 34 players left. Daniel apre il gioco a 5.000 con uno stack di 348.000 chips e j 10 in mano. Il fenomeno bielorusso Mikita “Fish2013” Badziakouski chiama in posizione con uno stack di 108.000 chips e 9 9 in mano. Quando c’è il call, Kid Poker esulta scherzosamente. Per tutta la mano si comporterà in maniera molto disinvolta, probabilmente nel tentativo di exploitare il suo avversario.

Il flop è 8 6 7 e ci sono 15.000 in mezzo. Daniel punta 5.000 con il suo progetto di scala e “Fish2013” chiama. Il turn è un 9 , Negreanu ride e scherza in maniera molto serena. Esulta persino su questa carta che gli consegna il nuts. Poi fa check. Badziakouski ci pensa per un po’ e alla fine decide di fare a sua volta check con il top set.

Il river è un 8 : ora Daniel ha la scala nuts ma “Fish2013” ha il fullhouse più alto possibile. Sembrerebbe un cooler già scritto ma quando si parla di Kid Poker non nulla è sicuro…

L’hero fold di Daniel Negreanu

Il canadese fa check e Badziakouski fa una mossa particolare: sul pot di 47.000 punta 60.000. Una overbet estremamente polarizzata, che agli occhi di Negreanu può significare solo due cose: vuole farsi pagare un punto molto forte oppure vuole costringerlo al fold bluffando pesantemente.

Negreanu dice “okay, mi serve un minuto per questa decisione“. Poi ripete mentalmente l’action, “compra” un altro time bank da 30 secondi, ragiona intensamente ad alta voce. A un certo punto sentenzia: “Credo proprio che tu abbia un fullhouse, bro“. Poi fissa intensamente Badziakouski e utilizza un’altra fiche per il time bank.

Infine, Daniel esclama: “Badziakouski! Bella giocata. Se avessi puntato meno ti avrei già pagato“. Poco dopo, folda la sua mano.

Daniel continua a parlare e fa intuire a tutto il tavolo di aver passato la scala.

Avevi J-10?!?” gli chiede stupito Brian Rast. Daniel annuisce e deve confermare verbalmente, perché Rast non sembra credergli. Invece è tutto vero: una scala nuts che Negreanu ha foldato con quella sensibilità straordinaria che ha caratterizzato tutta la sua carriera.

Un hero fold da applausi che ha colpito tutti, anche un fenomeno del poker online come Phil Galfond: “Wow. È un fold da fuoriclasse. J-10 è una delle mani più forti nel range di Daniel, quindi se la folda vuol dire che sta foldando il 90% delle mani. Il che generalmente è sbagliato contro un giocatore molto forte”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento