Vai al contenuto

Antonius rimonta Dwan e asfalta Gus Hansen

patrik-antoniusI riflettori sono puntati sulla sfida tra Dwan e jungleman12 valida per il secondo match della ‘durrrr Challenge. E’ finito nel dimenticatoio il primo testa a testa con Patrik Antonius. Ma nella giornata di ieri, le due stelle di Full Tilt hanno dato vita a 280 mani vibranti che hanno rilanciato il finlandese.

Patrik Antonius ha vinto quasi 250.000$ contro Tom Dwan rimettendo in gioco il risultato finale. Il dato parziale vede durrrr in vantaggio ancora di 1.6 milioni di dollari ma se il trend è questo, tutto ancora può succedere per il primo match della durrrr challenge. In una delle mani decisive nel Pot Limit Omaha, Antonius ha floppato una scala nuts ed è stato bravo a tendere la trappola al rivale, riuscendo ad aggiudicarsi un piatto da 185.000$. In un’altra ha settato al flop mentre Dwan non è riuscito a completare il suo progetto di scala e il finlandese ha portato all’incasso un altro pot da 160.000$.

E’ stato un week-end particolarmente ricco per lo scandinavo che è riuscito ad incassare anche 315.000$ in altri tavoli di cash online. E’ un periodo d’oro per lui. Pensate che al 31 marzo aveva chiuso con un saldo negativo di 3 milioni di dollari su Full Tilt, recuperati quasi tutti in un mese. Il 2010 doveva essere un anno nero ed invece ha chiuso i primi sette mesi con un +496.00$. Considerando l’inizio, non è male.

Durante le WSOP ha poi finanziato Michael Mizrachi e suo fratello Robert nel 50.000$ Poker Player’s Championship. Con “The Grinder” si è diviso i 2 milioni previsti per il primo premio. Ha puntato in maniera pesante sul Main Event, portando all’incasso side bet molto ricche che prevedevano la qualificazione del player di Miami, suo cavallo preferito, al final table.

Patrik ha commentato le ultime vicende in maniera laconica: “La mia vita è così, tra alti e bassi. Benvenuti nel mondo del poker”. Oltre alla durrrr Challenge ha arricchito il suo bankroll negli ultimi giorni di azione intensa negli High Stakes su Full Tilt. In un tavolo di Omaha Pot Limit 300$/600$, contro Gus Hansen, Tom Dwan e Niki Jedlicka è stato l’assoluto protagonista.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Nell’azione pre-flop c’è subito il suo raise per 2.100$, Gus Hansen lo 3betta per 6.900$ e c’è il fold di Dwan e Jedlicka. Antonius va al call per 4.800. Sul flop j 3 8 Gus scommette 14.400$ e Antonius si limita al call. I fuochi pirotecnici arrivano al turn con 5 : Hansen spara 43.200$ ed è ottima la lettura del finlandese che va in all in per 106.178$. Il danese chiama.

Il river a non è decisivo perché Antonius ha mostrato una doppia coppia con 4 7 8 j mentre Gus Hansen era dietro  q j k 9 . A Patrik Antonius va un bel piatto da oltre 255.000$.

In una mano successiva, sempre con i quattro protagonisti seduti al tavolo, la vittima è stata di nuovo Tom Dwan con un altro ricco pot finito nelle tasche di Antonius per 162.000$; durrrr rimane comunque il giocatore più vincente del 2010 con 3 milioni di dollari vinti su Full Tilt.

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI