Gioco legale e responsabile

News

Daniel Negreanu: pazza prop bet da 100 a 1

Scritto da
23/06/2010 05:29

4.709


Per Daniel Negreanu due ITM alle WSOP 2010Può certamente succedere che quando si è uno dei giocatori più famosi del mondo, con vincite milionarie e faraonici contratti di sponsorizzazione, la noia prenda talvolta il sopravvento. Cosa c’è di meglio allora che concedersi un po’ di sano rischio quando magari in un pomeriggio d’estate l’apatia regna sovrana?

E’ proprio quello che deve aver pensato il Team Pro di PokerStars Daniel Negreanu, dopo aver concordato una prop bet da 100 a 1 con la campionessa americana Kathy Liebert.

Impegnato alle World Series of Poker nel Pot Limit Hold’em Championship da 10.000 dollari di buy-in, Daniel ha scritto ai suoi tanti followers su Twitter inizialmente un messaggio per informarli che alla pausa cena del torneo aveva uno stack di 75.700 chips ma che mentalmente si sentiva stanco e demotivato, e poi un’ora dopo si è fatto nuovamente sentire comunicando a tutti di aver trovato un buon modo per restare concentrato al tavolo: una prop bet con un altro professionista.

“Ho appena scommesso 100 a 1 con Kathy Liebert che riuscirò ad arrivare al Day 2 di questo evento. Lei ha puntato 100 dollari: se non ce la faccio gliene dovrò dare 10.000. Lo so che non mi conviene, ma non m’interessa.”

Pur con uno stack decente ed ancora un paio d’ore di gioco prima che finisse la giornata, Negreanu ha iniziato a perdere terreno, ritrovandosi ben presto a dover gestire una dotazione di chips pari a circa la metà di quanto comunicato precedentemente sul noto social network. Arrivato poi anche ad un passo dall’eliminazione, è infine riuscito a risalire la china vincendo i 100 dollari della Liebert proprio grazie all’ultima mano del Day 1.

Cosa ne abbia fatto di quel denaro non ci è dato saperlo, ma possiamo confermarvi che è stato l’unico piazzamento “in the money” di questi ultimi giorni, visto che dal torneo di Pot Limit Hold’em è stato poi eliminato a metà della seconda giornata.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento