Vai al contenuto

L’estate da incubo di Patrik Antonius alla Bobby’s Room di Las Vegas

L’estate da cancellare per Patrik Antonius in Nevada. Non tutti i players amano Las Vegas durante l’estate e le World Series. Mustapha Kanit, ad esempio, non ha mai nascosto lo scarso feeling con una città così impegnativa e dispersiva come SinCity che spesso risulta essere molto dispendiosa, sia in termini monetari che nelle energie. Il giocatore italiano, ad esempio, sceglie al massimo un paio di settimane di permanenza, ma non è il solo.

Patrik Antonius, invece, difficilmente gioca le World Series anche se l’anno scorso ammise a se stesso che il Main fosse uno dei tornei più divertenti. In ogni caso, quest’anno per il finlandese le cose non sono andate affatto bene.

In genere, da cash gamer puro, Antonius si reca a Las Vegas nel periodo clou dell’anno, solo per prendere parte agli high stakes al Bellagio (nella Bobby’s Room, l’esclusivo club) ed, in modo del tutto eccezionale, all’Aria.

 

 

Come noto Antonius è un professionista di lunga data che ha sempre fatto grande attenzione a tutti i dettagli e particolari che richiede un’attività così complessa: in una doppia intervista esclusiva ad Assopoker, a Montecarlo durante l’EPT, ci rivelò la cura maniacale che dedicava alla sua forma fisica ma anche all’alimentazione (spesso viaggia con uno chef personale o ne ingaggia uno sul posto). Stesso discorso per la gestione del bankroll.

A Las Vegas però le cose quest’anno non sono andate come sperato, come lui stesso ha svelato in un lungo video su Instagram, a testimonianza che in questo gioco, anche se sei molto forte ed uno dei giocatori più esperti e skillati, nel breve periodo il caso può prevalere sull’abilità ed è per questa ragione che bisogna sempre avere cura del proprio bankroll e giocare solo una minima parte di esso durante una singola partita.

Antonius ha raccontato, nelle prime settimane, di essere partito con il piede giusto ed ai giochi $ 2K / $ 4K e $ 3K / $ 6K ha vinto bene. E’ successo però che Patrik ha poi sofferto alcuni giorni per un’intossicazione alimentare (può sembrare un paradosso per lui ma è accaduto) e da quel momento è cambiato il trend, sia per una condizione fisica non ottimale ma soprattutto per alcune mani e scoppi negativi che gli hanno fatto perdere molti soldi.

Il pro finlandese ha raccontato che questo trend negativo è in iniziato quando è salito di livello: in particolare ad una partita $ 6K / $ 12K al Bellagio. Il suo bilancio è stato pesante (anche per un giocatore ricco e famoso come lui) con una perdita complessiva di quasi mezzo milione di dollari. E’ vero che quel denaro Antonius l’aveva vinto durante la sua carriera sempre ai tavoli, ma il suo downswing è comunque importante.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

 

Non fatevi fuorviare, ve lo ripetiamo spesso, da queste cifre spaventose e fuori dalla portata di ogni essere umano: queste partite organizzate al Bellagio vedono presenti o ricchi uomini d’affari oppure professionisti di lungo corso come Antonius.

Siamo dell’idea che non sia delle partite comunque sane e che non giovino all’immagine del poker, ma si tratta di vere e proprie eccezioni. Partite che si possono permettere poche persone sulla terra.

In ogni caso, giocate solo per divertirvi cifre simboliche, godetevi il poker come un gioco divertente con gli amici e non mettete mai in ballo somme di denaro che non potete permettervi. Deve essere solo un hobby, un passatempo come altri, usate la testa quando in ballo ci sono i vostri soldi.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.