GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

News

Scott Blumstein e un futuro coi piedi per terra: “Nessuna spesa pazza e tanto poker giocato”

Ad appena 14 giorni dalla conquista del Main Event WSOP, Scott Blumstein è tornato a giocare live. Dai tavoli del WPT Choctaw ammette di aver tenuto un profilo molto prudente finora, e di non avere intenzione di fare follie...

Scritto da
07/08/2017 12:05

1.584


Scott Blumstein al tavolo del WPT Choctaw

Se esattamente due settimane aveste vinto il torneo più importante per qualsiasi pokerista sul pianeta terra, insieme a un assegno da 8,15 milioni di dollari, oggi cosa fareste?  Spaparanzati in un atollo alle Hawaii? A bordo della vostra supercar nuova fiammante? Impegnati a scegliere la piscina per la nuova villa? Scott Blumstein, che il Main Event WSOP lo ha davvero appena vinto, ha optato per una scelta differente: continuare a giocare a poker!

Scott Blumstein e la nuova celebrità

Il 26enne nativo del New Jersey si trova infatti a Choctaw, in Oklahoma, a giocare una tappa del WPT con 2 milioni di dollari garantiti. Niente burn-out, nessun appagamento, solo tornare a quello che si sa fare meglio, per cercare di sfruttare il proprio momento d’oro. E’ quanto emerge dall’intervista del neo campione con lo staff del WPT, che ovviamente ha approfittato dell’occasione per conoscere le sensazioni di un ragazzo che si trova improvvisamente subissato da richieste di foto e autografi.

“Quello che mi sta accadendo va molto al di là di quanto potessi immaginare. Voglio dire, me lo aspettavo quando mi trovo dentro a una poker room, ma certo non mi attendevo di venire riconosciuto un paio di volte durante il tragitto in auto fino a qui, attraverso il Colorado. E’ tutto così strano, così diverso, niente che possa mai rientrare nelle tue previsioni. Però è fantastico, un’esperienza pazzesca. Sono tutti molto carini, e se la gente è carina e ha voglia di chiacchierare amabilmente, io sono felice”, ammette Scott.

Scott Blumstein come si presentava 15 giorni fa…

“Niente spese pazze, vivo alla giornata”

Il nuovo status e l’improvvisa popolarità non hanno però intaccato di un millimetro il buon senso di Blumstein, che di fatto non ha ancora speso quasi nulla della grande cifra guadagnata (buona parte della quale finita all’agenzia delle tasse, ndr). “Cosa farò coi soldi? Ho in mente qualcosa, ma ancora niente di specifico. D’altra parte è difficile avere degli schemi già pronti, quando ti succede una cosa del genere. Per adesso vivo alla giornata, e non ho ancora fatto nessuna spesa pazza. Prendere decisioni affrettate significa incorrere in qualche errore, e io voglio evitarlo.”

WPT e WSOPE nel mirino

Di sicuro, nell’immediato futuro di Scott Blumstein c’è ancora tanto, tanto poker. Lo statunitense non mancherà a Rozvadov per le WSOP Europe, ma prima di allora c’è ancora tempo per qualche tappa WPT, tra cui il classico “Legends Of Poker” che prenderà il via a fine mese al Bike di Los Angeles: “Un anello WPT dopo il braccialetto WSOP? Sarebbe pazzesco ma ora è davvero quello il mio obiettivo!”

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento