Gioco legale e responsabile

Live · News

A Sochi l’ EPT dei record, ritornano i Festival: i programmi dell’European Poker Tour

Il grande ritorno dell'European Poker Tour a Sochi con nuovi record battuti. La prossima tappa sarà a Praga. I programmi ambiziosi di PokerStars Live per il 2022.

Scritto da
12/10/2021 18:27

928


Termina con un deal a 5 l’EPT Open di Sochi che registra numeri record, mai toccati prima.  L’European Poker Tour in salsa russa è l’unico che ha resistito durante questo durissimo “inverno” durato più di due anni. Ma a Sochi sanno bene come convivere con il freddo.

ept-sochi

EPT Sochi (photo by Pokerstars-EPT)

EPT Sochi: l’European Poker Tour cresce in Russia, nuovo record!

Nell’ex città olimpica a trionfare è stato Evgeniy Starinkov su un field di 1.210 entries. Si tratta di un primato importante, segno che in Russia la voglia di tornare a giocare a poker live è tangibile.

Questi i numeri dell’attuale edizione a confronto con quelle passate:

  • 2018: 649 entries, ₽75.543.600 montepremi, Vyacheslav Bondartsev ₽12.063.300
  • 2019: 879 entries, ₽103.370.400 montepremi, Yi Ye ₽19.306.000
  • 2021: 1.210 entries, ₽ 142.296.000 montepremi, Evgeniy Starinkov ₽ 16.029.300

Numeri che testimoniano la salute del circuito di PokerStars Live in Russia.

In forza del deal tra i primi cinque classificati, Starinkov si è assicurato 16.029.300 rubli, oltre 192.000 euro. Al runner up Henri Toussaint il migliore premio da 16.450.000 rubli.

Il payout dell’EPT Open Sochi 2021 Main Event in rubli ed euro:

  1. Evgeniy Starinkov ₽ 16.029.300 – € 192.844
  2. Henri Toussaint ₽ 16.450.000 – € 197.905
  3. Anton Mamaev ₽ 9.100.000 – € 109.480
  4. Ivan Vasilev ₽ 12.950.000 – € 155.798
  5. Oleg Bogdanov ₽ 10.500.000 – € 126.323
  6. Vyacheslav Balaev ₽ 4.482.450 – € 53.926
  7. Evgeniy Katymaev ₽ 3.416.700 – € 41.105
  8. Konstantin Maslak ₽ 2.434.600 – € 29.290

 

Dalla Russia a Praga: il circuito torna ad essere un festival

La sfida ora si trasferisce nel Vecchio Continente con l‘EPT Praga in programma a dicembre (pochi giorno dopo che in Repubblica Ceca termineranno le WSOP Europe al King’s).

La tappa di Praga con quella di Barcellona sono le due date più amate dai pokeristi europei.

Ci risulta che PokerStars abbia per il 2022 un programma molto ambizioso per i tornei live. Non emergono ancora indiscrezioni sui singoli tornei ma è molto probabile che ritornerà il PokerStars Players Championship (dovrebbe essere disputato per la prima volta a Barcellona), considerando che a Las Vegas è stato consegnato il primo Platinum Pass (il pacchetto di qualificazione all’evento) a Greg Raymer.

Secondo PokerIndustryPro ritornerà anche il format dei Festival che garantirà azione continua ai giocatori per almeno una settimana, non solo con il Main Event ma con tanti tornei, sia high roller che low stakes.

L’EPT Sochi (considerando il recente successo) è già stato confermato per marzo.

Se le autorità locali daranno l’ok, è probabile vedere in primavera il ritorno dell’European Poker Tour in una delle location più cool: Montecarlo.

Ad agosto la tappa d’obbligo sarà l’EPT Barcellona con il super evento del PokerStars Players Championship per chiudere come sempre in bellezza a dicembre a Praga. Questo potrebbe essere il calendario del 2022 ma attendiamo fiduciosi le conferme ufficiali.