GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Business · Online

A Malta i players residenti possono giocare su PokerStars.es/fr: diversi reg europei già in action

Sull'Isola di Malta vivono parecchi poker players professionisti europei, compresi molti italiani, che possono giocare su PokerStars Europe ed, in futuro, sulle altre piattaforme condivise.

Scritto da
06/02/2018 16:03

2.046


A poche settimane dall’inizio dell’action sulla prima piattaforma condivisa franco-spagnola, con PokerStars.es/fr che hanno unito le liquidità, l’elemento di novità più importante è stata la presenza di stranieri che si sono potuti unire al pool europeo, attraverso l’apertura di un account su PokerStars.es.

All’inizio vi è stato un momento di disorientamento tra i players europei. Vi erano certezze di registrazioni corrette solo dall’Irlanda e dall’Ucraina.

Steven “svzff” Van Zadelhoff è residente a Malta ed è uno dei regular europei più noti sul .com (vincitore del Main WCOOP su PokerStars nel 2017)

La regola è la seguente: PokerStars.es accetta gioco da tutti i residenti in paesi dove PokerStars non ha alcuna licenza e il mercato non è regolamentato. Stesso criterio che per anni è stato seguito da PokerStars.fr prima della chiusura delle frontiere nel febbraio del 2017.

C’è da aggiungere che la legislazione spagnola ha sempre previsto una liquidità aperta (come quella francese) ma fino a poche settimane fa PokerStars.es non aveva aperto le porte agli stranieri, essendo una piattaforma con liquidità molto limitata. I manager temevano un drenaggio del pool da parte dei reg esteri. Ma altre piattaforme come PartyPoker e 888Poker sono aperte. Stesso discorso di Winamax.fr in Francia (che è vicina a farsi riconoscere una licenza anche in Spagna).

Bene, l’elemento di novità di questi giorni è che PokerStars.es è aperto anche ai residenti maltesi. Questo vuol dire che possono giocare sulle piattaforme della liquidità condivisa, in questi mesi, centinaia di giocatori professionisti europei.

 

Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

Sull’Isola (MGA ha riconosciuto a PokerStars la licenza .eu) infatti vivono parecchi regular di varie nazionalità, compresi molti italiani che giocano sul .eu/.com e sul .it ed abbiamo notizia che stanno già giocando anche su PokerStars Europe e possono sfidare francesi e spagnoli, essendo residenti effettivamente sulla piccola isola del Mediterraneo. Di fatto, mentre in Italia si perde tempo su polemiche più o meno pretestuose sulla liquidità condivisa, molti nostri regular sono già in azione sulla piattaforma europea.

Come detto da Severin Rasset, la presenza di stranieri è in fase di studio e viene monitorata con attenzione. Le cose potrebbero cambiare ma, al momento, è concesso anche ai players europei e residenti a Malta di giocare su PokerStars Europe.

Stefano Terziani vive a Malta ed è uno dei regular italiani high roller presenti sull’Isola . E’ coach di Pokermagia MTT

La politica sembra chiara: in attesa dell’Italia, il nuovo mercato ha bisogno di liquidità e gli stranieri sembrano garantirla. Una volta entrato anche il nostro paese saranno valutati molti aspetti.

La piattaforma condivisa europea continua a crescere in termini di traffico nel cash game. Secondo i dati rilevati da PokerScout, nell’ultimo giorno (5 febbraio) si è passati ad un picco di players presenti in contemporanea pari a 3.524. Si tratta del dato più alto dal 23 gennaio.

PokerStars.es/fr rimane la terza piattaforma mondiale per action dietro a PokerStars.com e IDNPoker.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento