GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

Patrick Leonard: “Nel 2017 punto a guadagnare $5.000.000 con i miei stakati”

L'anno scorso Patrick Leonard ha lanciato una compagnia di staking e coaching che gli ha fatto incassare una cifra superiore ai $600.000. Per questo motivo, il professionista inglese ha deciso di alzare il tiro nel 2017 e puntare a un profitto di 5 milioni di dollari

Scritto da
15/02/2017 08:00

2.237


Non è un segreto che molti giocatori di alto livello abbiano guadagnato più soldi con lo staking rispetto a quanto ottenuto personalmente ai tavoli. Per molti di loro, smettere di giocare e dedicarsi esclusivamente a finanziare i “cavalli” giusti è stata una decisione quanto mai saggia, ma oltre a coloro che non riescono più a battere il giochino ci sono anche quei professionisti che hanno scelto di fare entrambe le cose: giocare e stakare, ottenendo profitti milionari.

Uno dei casi più eclatanti è quello di Fedor Holz, che oltre a godrunnare per gran parte degli high roller del 2016 (oltretutto vendendo sempre meno quote man mano che vinceva), ha un’intera “scuderia” che schiera al gran completo nei tornei di tutto il mondo. Dan Smith ha rilevato che i suoi stakati sono soprannominati Fedhorses nel giro degli MTT high stakes, e pare che “CrownUpGuy” abbia vinto cifre da capogiro grazie ai loro piazzamenti.

patrick-leonard-wpt-pv

Patrick Leonard

Un altro noto professionista che si è lanciato nel mondo dello staking è Patrik Leonard, noto online come “pads1161“. Rispetto a Holz, il grinder da 3 milioni di dollari vinti in carriera online ha ufficializzato il suo progetto di staking aprendo un sito che si chiama bitB. In realtà non si tratta di un’organizzazione che si dedica solo allo staking, perché bitB è anche una scuola di poker e una community dove gli stakati possono interagire con tutti i coach. Un progetto sulla carta simile a molti altri, ma con delle differenze sostanziali a livello pratico.

“bitB è una compagnia di staking che ho creato insieme a €urop€an (Samuel Vousden, ndr) ed elmerixx (Tomi Brouk, ndr)”, ha scritto Leonard su Twoplustwo. “Il nostro obiettivo è di creare la miglior community di poker al mondo, e contemporaneamente creare un brand che sia riconosciuto globalmente per la sua alta qualità”.

Leonard sostiene che c’è una grande differenza tra la sua scuola e tutte le altre: bitB punta a stakare solo giocatori già vincenti ed estremamente preparati. La loro idea è di formare un gruppo ristretto ma di altissima qualità. Il progetto è stato lanciato nel 2016 e i risultati ottenuti sono già impressionanti:

“Il 2016 è stato un anno meraviglioso per noi. Il nostro obiettivo era creare la miglior rosa di coach al mondo, in maniera tale da spianare la strada ai nostri stakati per distruggere i tavoli sette giorni su sette. Abbiamo vinto tutti i major domenicali, abbiamo fatto più di 20 final table negli eventi WCOOP e incoronato 5 campioni. Il tutto con un team complessivo di soli 70 elementi“.

Tra coach e stakati non si arriva nemmeno a 100 persone, ma i numeri sono tutti dalla parte di bitB: Patrick Leonard ha dichiarato di aver vinto circa $600.000 netti nel 2016 ma di aver incassato di più con il suo sito di coaching e staking. Per questo motivo, si è prefissato un obiettivo veramente ambizioso per il 2017.

Ben "neverscaredB" Wilinofsky non è tornato a giocare ma fa parte del team di coach di bitB

Ben “neverscaredB” Wilinofsky non è tornato a giocare ma fa parte del team di coach di bitB

“Quest’anno vogliamo ottenere un profitto di cinque milioni di dollari dai nostri giocatori. Come lo faremo? Cercando nuovi giocatori che non siano broke ma nemmeno milionari: da un lato non vogliamo dare soldi a chi ne ha bisogno per mantenersi perché c’è il rischio che non li utilizzi per giocare; dall’altro non siamo alla ricerca di chi è già considerato il migliore al mondo, perché vogliamo persone affamate, che abbiano il desiderio di eccellere e fare un sacco di soldi”.

Nella lista dei coach non ci sono nomi particolarmente noti, ma il numero di top reg è davvero impressionante: professionisti come Ben “NeverscaredB” Wilinofsky, Chris “Apotheosis” Kruk e “bencb” (vincitore su Fedor Holz del torneo più alto nella storia del poker online) sono alcuni dei nickname più stimati nella storia del poker online. Un progetto tanto esclusivo quanto ambizioso, in grado di generare un gruppo di regular agguerriti e preparatissimi nel campo minato degli MTT Online high stakes.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento