Vai al contenuto
Daniel Negreanu (courtesy of Hayley Hochstetler - Pokernews)

Daniel Negreanu profondo rosso: -1,1M$, finite le sue peggiori WSOP di sempre

La sofferenza è finita, si potrebbe dire, anche se ovviamente le vere sofferenze sono ben altre. Ma le WSOP 2022 di Daniel Negreanu sono state senza alcun dubbio le più nere nella lunga carriera del campione canadese, da più punti di vista: risultati, bilancio monetario, immagine e persino salute!

Daniel Negreanu, WSOP 2022 in archivio con un bilancio molto negativo

The Last Hurrah“. Così si intitola l’ultima puntata del vlog di Daniel Negreanu da Las Vegas, quella dopo il day 48 delle WSOP 2022. Daniel fa un bilancio globale, senza dimenticare quello finanziario che sposta sempre più di altri. Tuttavia il bilancio economico non può determinare da solo la qualità della performance di un giocatore di tornei di poker live, e questo lo sappiamo molto bene. Si può chiudere in negativo e aver giocato al meglio, si può chiudere in positivo avendo giocato anche maluccio. Proprio per questa ragione abbiamo provato a diversificare il bilancio delle WSOP 2022 di Daniel Negreanu sotto diversi aspetti: soldi, risultati sportivi, immagine e anche salute.

Il bilancio economico: WSOP 2022 da -1.104.028$ per Negreanu

La cifra accampa sempre alla fine di ogni video pubblicato da Daniel durante queste WSOP, e non ha mai smesso di crescere. Una cifra che cresce sarebbe generalmente una notizia positiva per un poker pro, ma essendoci il segno “meno” davanti è l’esatto contrario. La buona notizia, in questo caso, è che le WSOP 2022 siano finite. Pertanto, il bilancio negativo di 1.104.028$ non potrà più peggiorare. Sappiamo che si tratta delle peggiori World Series nella carriera del campione canadese, anche se lui non ha sempre reso noto il suo bilancio a fine edizione. Lo sappiamo anche per via della povertà dei risultati sportivi, come vedremo tra poco.

Sappiamo anche che sul bilancio incide pesantemente un singolo torneo: quel 250.000$ Super High Roller in cui Daniel è uscito in maniera dolorosa sia nel primo che nel secondo “bullet” sparato, per un buy-in totale da mezzo milione di dollari. Tuttavia di quel torneo non resterà nella storia il bilancio negativo, bensì la ben nota sfuriata con rottura del selfie stick.

Risultati sportivi: nessun final table live per Daniel!

Sono in tutto 12 i piazzamenti a premio di Daniel Negreanu alle WSOP 2022. Una cifra non bassa di per sé, ma che certo lo diventa in relazione all’alto numero di eventi giocati. Ecco il dettaglio, come raccolto da PokerNews:

EVENTPLACEPAYOUT
Event #17: $2,500 Mixed Triple Draw Lowball33rd$4,718
Event #19: $25,000 High Roller Pot-Limit Omaha (8-Handed)16th$57,738
Event #40: $10,000 Seven Card Stud Hi-Lo 8 or Better Championship12th$20,448
Event #46: $5,000 6-Handed No-Limit Hold’em106th$8,807
Event #52: $2,500 Nine Game Mix 6-Handed13th$10,367
Event #60: $10,000 Short Deck No-Limit Hold’em15th$16,449
Online Event #7: $500 No Limit Hold’em Deepstack176th$1,070
Online Event #8: $7,777 Lucky 7’s NL Hold’em High Roller5th$88,081
Online Event #9: $1,000 NL Hold’em Online Bracelet Championship128th$1,727
Event #77: $1,500 Mixed No-Limit Hold’em; Pot-Limit Omaha (8-Handed)18th$9,844
Online Event #10: $3,200 NL Hold’em High Roller 8-Max34th$7,659
Event #87: $5,000 8-Handed No-Limit Hold’em13th$26,728

Come si può vedere, l’unico final table di Daniel Negreanu è stato all’evento online da 7.777$, e quel quinto posto rappresenta anche il suo miglior risultato da un punto di vista economico dell’intera serie. Per converso, spicca tuttavia un altro dato: si tratta delle prime WSOP senza tavoli finali live dal 2011, per il campione canadese.

Persino nel 2016, anno in cui aveva raccolto pochissimo live con poco più di 300mila dollari in vincite lorde, Daniel Negreanu aveva centrato un tavolo finale WSOP: un 4° posto da 42.030$ in un evento Razz.

Ancora rimandato l’appuntamento con il settimo braccialetto in carriera. Questo autunno il sesto e ultimo braccialetto WSOP vinto da Daniel Negreanu compirà 9 anni, essendo stato conquistato alle WSOP Europe del 2013. Se però parliamo di World Series disputate a Las Vegas, il digiuno di braccialetti di Daniel ha invece raggiunto i 14 anni: l’ultimo conquistato risale infatti addirittura al 2008!!!

Gioco e immagine

I cattivi risultati sono un problema di gioco? A giudicare da quanto dice Daniel Negreanu no, e ciò sembra in buona parte suffragato dalle mani viste o analizzate durante le varie puntate del suo vlog. Diversi allin in momenti chiave dei tornei sono stati persi, e in larga parte in situazioni in cui Negreanu partiva sopra o molto sopra.

Si è trattato dunque sostanzialmente di run negativa, un aspetto questo che può presentarsi sempre e comunque, nella vita di ogni poker pro. Lo conferma lui stesso in una dichiarazione rilasciata a PokerNews: “Penso di giocare meglio ad ogni edizione delle WSOP, commettendo sempre meno errori. Io rielaboro sempre tutto, valutando ciò che ha funzionato e ciò che non ha funzionato, sia come strategia di gioco che soprattutto in termini di preparazione. Questo è un fattore chiave per me, poiché mi aiuta a rimanere sempre lucido e riposato. Questo aspetto è migliorato ogni anno e infatti mi sento a posto sotto tutti i punti di vista”.

Non è così a posto, o almeno non come quello riguardante la qualità del gioco, l’aspetto relativo all’immagine. Il già citato episodio del tilt ha fatto il giro del mondo, lasciando Negreanu nel mirino delle critiche per diversi giorni. Poi le valutazioni sulla reale ricaduta di immagine per il campione canadese andranno fatte in maniera più approfondita e a tempo debito, anche perché non tutti ne hanno condannato la reazione, anzi il pubblico si è grosso modo spaccato:

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto
  • da una parte quelli che condannavano la sua reazione come dannosa per l’immagine del poker
  • dall’altra quelli che lo assolvevano in quanto essere umano, e che comunque nel suo sfogo non ha fatto del male a nessuno

Certo in linea generale pensare a uno dei giocatori più famosi al mondo che perde più di un milione ai tavoli e spacca i cellulari per il tilt non è il massimo, ma non è neanche detto che ciò possa avere un impatto realmente negativo, per la sua immagine e quella del gioco.

Salute

Infine, l’aspetto che non ti aspetti, per così dire. Daniel Negreanu è un salutista, vegano convinto, molto attento all’alimentazione e ad altri aspetti che ne salvaguardano la forma psicofisica. Egli stesso ha confermato di stare da Dio, riposato e in grado di prendere sempre le decisioni giuste al tavolo, al di là di come vada poi a finire. Però il Daniel visto nei giorni immediatamente dopo il famoso tilt non era esattamente il ritratto della salute.

In una edizione, come quella delle WSOP 2022, che non ha smesso di fare i conti con il Covid, Negreanu è rimasto per sua fortuna esente da contagi. Tuttavia il danno fisico si è avuto proprio alla fine, con quell’episodio ancora non chiarito definitivamente: la presunta sparatoria, con il vero – anzi, verissimo – panico che si è scatenato, travolgendo diverse persone. E tra queste persone c’era anche Daniel Negreanu, che nella calca si è visto calpestare con relativo ed evidente taglio a una mano.

Questo incidente ha oltretutto impedito a Daniel di presenziare alle ultimissime occasioni utili per lasciare un segno alle WSOP 2022. Un’edizione, a ben vedere, davvero da dimenticare per lui.

Immagine di copertina: Daniel Negreanu (courtesy of Hayley Hochstetler – Pokernews)

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".