Gioco legale e responsabile

eSports

Esport, chi sono i migliori pro gamer italiani?

Anche se il nostro Paese non è ancora a livello delle superpotenze, sono parecchi i pro gamer italiani riconosciuti a livello mondiale. Non vogliamo fare una classifica, ma semplicemente riconoscere il merito a chi tiene alta la bandiera dell’esport italiano.

Scritto da
05/03/2019 12:30

1.282


L’Italia dell’esport cresce, e con lei il numero di pro gamer italiani capaci di battersi ad armi pari con i colleghi d’oltralpe. Non una cosa da poco, se pensiamo che i videogiochi competitivi nel nostro Paese rappresentano ancora una nicchia, mentre altrove sono sport nazionali (vedi Corea) o realtà già molto più radicate nella cultura (vedi Spagna, Francia o Germania).

Oggi vogliamo parlarvi delle nostre eccellenze, di quei giocatori che ci hanno regalato vittorie e/o prestazioni memorabili in ambito internazionale. Non sarà una classifica dei migliori pro gamer italiani, perché sarebbe assurdo confrontare titoli e realtà differenti, ma una semplice carrellata.

Cominciamo con…

Daniele ‘Jiizuke’ Di Mauro

 

pro gamer italiani jiizuke

 

Il primo italiano di sempre a partecipare alla European League of Legends Championship Series. Di Mauro è in forza al Team Vitality, ma in passato ha vestito anche la casacca del Team Forge, storico team italiano fusosi nei mesi scorsi con i QLASH di Luca Pagano. ‘The Italian Stallion’, com’è stato ribattezzato, a 23 anni appena comiuti è uno dei migliori mid laner al mondo (uno dei ‘ruoli’ di una squadra di League of Legends). Intervistato da La Stampa lo scorso anno, ‘Jiizuke’ ha dato prova di grande maturità, nonostante la giovane età: “Cosa manca in Italia perché gli esport decollino? Credo semplicemente che manchi una componente essenziale: sacrificio, sia da parte dei giocatori sia da parte di organizzazioni/investitori, si vuole tutto e subito.

Giorgio ‘Pow3r’ Calandrelli

 

 

Ex giocatore professionista di Call of Duty, oggi Giorgio ‘Pow3r’ Calandrelli è il più famoso player di Fortnite in Italia. Il pro gamer azzurro è in forza ai Fnatic e recentemente ha partecipato all’ESL Katowice Royale, torneo internazionale di Fortnite dal montepremi di mezzo milione di euro. Il suo canale YouTube ha quasi 700.000 iscritti, mentre le sue dirette su Twitch sono seguite in media da oltre 8.500 utenti in contemporanea, con punte di 14.000.

Registrati su PokerStars.it e BetStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito, inserendo il codice QUARANTA!

Alessandro ‘Stermy’ Avallone

 

 

Classe 1987, è uno dei pro gamer italiani più longevi di sempre. A 32 anni è ancora al top nel genere FPS (First Person Shooter), quando la maggior parte dei colleghi di questo genere video ludico è già in pensione da anni. Da Quake a Painkiller, passando per Fortnite (era con ‘Pow3r’ a Katowice), Avallone è la quintessenza del gamer, capace di dare del filo da torcere ai colleghi anche in altri giochi, come ad esempio FIFA.

Daniele ‘IcePrinsipe’ Paolucci

 

 

E parlando di FIFA, come non citare il campione europeo di FIFA 17, cioè Daniele ‘IcePrinsipe’ Paolucci? Il giocatore in forza ai Mkers (team italiano come i QLASH), in un’intervista a TgCom24 confidava: “L’allenamento è molto importante, ma secondo me una dote naturale è quasi essenziale, un po’ come per diventare calciatore! Non tutti riescono a diventarlo, non tutti sono portati per giocare in Serie A. Il mio consiglio è quello di allenarsi costantemente e giocare con persone più forti di te, questo secondo me è il modo migliore per diventare più bravi e imparare molto di più sul gioco”.

Ettore ‘Ettorito97’ Giannuzzi

 

 

Semplicemente il più forte giocatore al mondo di Pro Evolution Soccer. Il pro gamer italiano è un pluricampione del mondo, e potremmo anche fermarci qui. Ma se volete approfondire un po’ su di lui, vi rimandiamo alla nostra intervista dello scorso luglio, pochi giorni dopo l’impresa di Barcellona.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Riccardo ‘Reynor’ Romiti

 

 

Astro nascente del competitivo di StarCraft II, ‘Reynor’ è un giovanissimo pro gamer italiano che macinava vittorie ancor prima di avere l’età minima per poter partecipare ai tornei di livello mondiale. Nato addirittura a luglio 2002, lo scorso settembre ha sfiorato la vittoria al WCS Montreal, dove si è arreso in finale al fenomenale ‘Serral’, il dominatore della scorsa stagione competitiva. Attualmente, dopo aver militato negli italiani Exeed, ‘Reynor’ è in forza ai francesi di GamersOrigin.

Gli altri

L’elenco dei migliori pro gamer italiani non si ferma certo qui. Potremmo andare avanti a lungo, citando i vari Fabio Denuzzo (FIFA), Lorenzo ‘Trastevere73’ Daretti (MotoGP), Fabio ‘Fabss’ Nardelli (World of Warcraft), Enzo Bonito (F1), e sicuramente ce ne siamo dimenticati molti altri.

L’esport in Italia non sarà ancora mediaticamente diffuso come in altri Paesi, ma la nostra schiera di campioni e aspiranti tali è già decisamente nutrita. Perché quando c’è da competere, storicamente, gli azzurri non si tirano mai indietro!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento