Vai al contenuto

Texas Dolly torna in action nel Big Game, battuta a vuoto di Gus Hansen che poi si rialza

Durante le World Series of Poker, il Big Game a Las Vegas presenta sempre un’action frenetica e, al centro della scena, c’è ancora l’immortale, The Legend, Doyle “Texas Dolly” Brunson che difficilmente perde la sua partita quotidiana al Bellagio, nella sua seconda casa, la mitica Bobby’s Room.

Doyle Brunson

Il bluff sul suo ritiro fa ancora rumore e il texano ne è consapevole: “sono rimasto a casa per 3 giorni durante il $50.000 Players Championship (per non cadere in tentazione? ndr) e già ero in crisi di astinenza. Eli e Mike Sexton mi conoscono bene, molto più di quanto io conosca me stesso”.

Doyle Brunson ci ha abituato, nell’ultimo decennio, a questo tipo di annuncio, ma essendo un gambler innato, fa presto a ritornare sui suoi passi pur di non smettere di giocare a poker. Lui stesso, dopo poche ore e spaventato dal clamore delle sue parole, ha messo in dubbio che il suo annunciato ritiro riguardo anche le WSOP.

In ogni caso è un piacere vederlo ancora seduto ai tavoli e, per accontentarci, Gus Hansen ha pubblicato poche ore fa un video con Doyle in action alla Bobby’s Room accanto a Scott Seiver: “è ancora una grande estate” con Brunson in primo piano.

 

Still a great summer!

Un post condiviso da Gus Hansen (@therealgushansen) in data:

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

A proposito dello zio Gus. Il danese ci aggiorna di continuo con i suoi video su Instagram e in una sessione all’Ivey’s Room le cose non sono andate particolarmente bene, a tal punto da dover rinunciare anche al day 1 del Poker Players Championship. Il danese è rimasto al verde nel post sessione? Forse ha dovuto aspettare che arrivasse un altro bonifico dall’Europa o qualche finanziatore per sedersi al super evento.

In ogni caso, “The Great Dane“ ha trovato il modo di non rinunciare al torneo più prestigioso e si è gettato nella mischia nel day 2 con un esito però negativo.

Hansen ha quasi del tutto rinunciato all’action online (si siede solo in alcune sessioni mirate su PartyPoker quando c’è Leon e qualche altro ricco gambler solo in alcune esclusive partite organizzate da Sam Trickett) e nelle ultime tre estati preferisce l’action live della Strip.

Vive a Las Vegas passando dai tavoli della Bobby’s Room a quelle dall’Aria (Ivey’s Room) con alterne fortune.

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.