Gioco legale e responsabile

Live

Leon Tsoukernik vince $1,5 milioni in due mani da panico contro Trickett e Aussie Matt [Video]

Leon Tsoukernik è il protagonista di oltre 12 ore di Big Game: il proprietario del King's Casinò incasserà oltre 2 milioni dopo una giornata molto intensa.

Scritto da
09/05/2018 14:15

2.663


“E’ il Big Game Baby!” commenterebbe così il mitico Scott Nguyen a guardare le oltre 12 ore di action del poker show PartyPoker Big Game. Si è assistito ad un’action folle per ore, con i due proprietari di casinò Leon Tsoukernik e Rob Yong presenti ai tavoli con i loro deep stack.

Sam Trickett e Leon Tsoukernik assistono allo showdown: al centro del tavolo ci sono oltre $700.000

C’era poi “The Wolf” (il nick è tutto un programma…) regular dei tavoli caldi del King’s di Rozvadov e Aussie Matt, ovvero il poker pro Matt Kirk in possesso (così sembra) di uno dei bankroll più deep del mondo del poker con il suo patrimonio (secondo rumors sempre più insistenti) di 66.000 Bitcoin (!). Nella sessione l’australiano ha perso 3,7 milioni di dollari.

Ha fatto parte della partita anche l’high roller Lauren Roberts e il player locale John Savidis.

Leon Tsoukernik vince piattone contro Sam Trickett

Nonostaante la querelle giudiziale che li vede coinvolti da oltre un anno, Kirk e Leon si sono stretti la mano ai tavoli, poi il ceco (per una volta) ha riservato delle belle bastonate al ricco australiano. La tensione tra i due era evidente.

La partita di PLO è iniziata ai limiti da fantascienza $500/$1000 con straddle $2.000 e $4.000 ma era solo l’aperitivo… Contro Sam Trickett, Leon ha vinto un pot da $763.000 contro Sam Trickett quando la partita era 4-handed.

Leon da cutoff ne mette $2.000 (primo straddle) nel piatto con 10 9 8 7 , Trickett versa $4.000 (secondo straddle) dal bottone con a a 3 3 e Matt Kirk dallo small blind chiama (ma non si conosce la sua mano che non è nella grafica). Dal Big Blind Rob Yong chiama con q q 7 7 . La palla torna a Tsoukernik che mette nel piatto 20.000 bigliettoni, Trickett non ci sta e ne piazza 68.000. Aussie Matt chiama mentre Yong folda. Leon Tsoukernik chiama per un pot che ora si fa interessante con oltre 200.000 dollari al centro del tavolo. Ma siamo solo all’inizio Baby!

Sul flop j 6 4 check di Kirk, Tsoukernik (che in quel momento ha uno stack di $674.000) betta per $208.000, Trickett va all in per $277.500, Kirk folda ma c’è il call di Leon per altri $69.000 che ha il 57% di possibilità di vincere il piatto.

Al turn 2 che dà speranze all’inglese (che passa al 70%) ma al river il 10 consente al proprietario del King’s Casino di chiudere il suo progetto a colore e di vincere il piattone da $763.000. Al termine della mano Trickett ricaricherà per $100.000.

Questo il video della mano:

Tsoukernik vs Kirk: nemici/amici (mai)

Tsoukernik perderà poi un piatto sanguinoso da $941.000 con Rob Yong ma chiuderà la giornata con 2,8 milioni di utile (3,5 milioni di profitto durante tutte le sessioni del PartyPoker Big Game) anche grazie ad un testa a testa con Kirk.

20€ FREE CON DEPOSITO DI SOLI 5€ su NewGioco, per giocare a Poker, Scommesse o Casinò. Registrati ora da questo link!
È un’esclusiva Assopoker!

L’altra mano vietata ai deboli di cuore è infatti quando i due rivali Leon e Matt incrociano le armi a limiti sempre più folli. La partita si è trasformata in un gioco Heads-up Pot Limit Omaha $4.000/$8.000 staddle $16.000/$32.000). Tsoukernik e Kirk cercano di risolvere i loro problemi di rivalità lontano dalle aule di tribunale, almeno in questa circostanza.

Il tilt di Aussie Matt

Kirk non è forse con il mindset giusto al tavolo considerando che dopo 12 ore, nelle quali ha preso mazzate, decide, visibilmente stressato, di sedersi contro il rivale per eccellenza. Dalle immagini si nota chiaramente che dal suo sguardo traspare un pò di frustrazione. Non il massimo per un confronto con così tanti soldi in ballo. “Bel paese il Canada, ma non tornerò mai più” esclama sorridendo ironicamente.

Leon è come un lupo e ne vuole approfittare. Il suo stack è di ben 3,1 milioni di dollari e forte anche di quello apre da bottone per $96.000 con k q *qj* 9 . Kirk ha uno stack di quasi il 10% dell’avversario ($385.000) e chiama con 6 3 2 2 . Il mezzo al tavolo ci sono già $192.000 pre-flop. Sul board 3 k 4 Kirk punta il pot, Leon va all in e c’è naturalmente il call. Il pot è di $770.000. Leon Tsoukernik è in vantaggio al 58%.

Due assi (a al turn e a al river) regalano a Leon un altro bel piattone.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento