Gioco legale e responsabile

Scommesse

Scommesse, come battere i bookmakers: gli errori più comuni dei punter perdenti da evitare – i rimedi

Perché molti bettors perdono nelle scommesse? In questa mini-guida vi spieghiamo gli errori più comuni, i rimedi ed i trucchi più semplici per essere competitivi nel lungo periodo nei mercati del betting.

Scritto da
01/12/2018 19:45

9.069


Uno dei concetti più difficili per i punter amatori è capire il concetto di valore nelle scommesse ma non basta:  non solo è necessario capire questa condizione fondamentale per vincere, ma bisogna avere anche la disciplina di evitare di cadere in tentazione e di scommettere a prescindere dalle quote che avete davanti agli occhi.

Ci sono molti scommettitori preparati ma che sono perdenti perché hanno problemi di disciplina.

Strategia scommesse ABC – Gli errori più frequenti degli scommettitori perdenti

Errore: Ignorare le value bets e scommettere sulle quote a prescindere dal valore intrinseco

In genere, perdono e continuano sempre nei soliti errori: puntano  su schedine da 5, 6, 7 eventi ed inseriscono quote senza pensare se vi sarà valore che nel lungo periodo possono renderli vincenti.

La lotta con i bookmakers si fa ogni giorno più aspra, i margini sono sempre più bassi e gli errori (dei quotisti) difficili da individuare.

Per questo bisogna tenere bene a mente il concetto di value bet, al quale abbiamo dedicato diversi articoli. Vi invitiamo a rileggere il seguente:

Primo consiglio: scovare metodi semplici e vincenti per individuare le quote sbagliate

Nell’articolo linkato introduciamo un concetto di value bet però soggettivo, quindi che può essere perseguito solo da un occhio esperto del betting e dello sport.

Per questa ragione, seguite la nostra mini guida su come battere i bookmakers: nella seconda parte cercheremo di aiutarvi, descrivendovi metodi semplici per individuare scommesse per valore o comunque con quote molto competitive o di vantaggio. seguiteci, non ve ne pentirete.

Secondo consiglio: aprire più conti e scommettere su più bookmakers sulle quote più alte

In attesa di svelarvi i nostri trucchi su come individuare una value bet, potete fare una cosa comunque essenziale per il vostro piano di betting se volete dare una svolta al vostro approccio nelle scommesse.

E’ importante disporre di più conti di vari bookmakers legali ed autorizzati. Questo vi permette anche di sfruttare i migliori bonus possibili sul mercato: nella nostra sezione potete trovare bonus molto vantaggiosi.

La premessa è quella di testare questi metodi con cifre molto basse, quasi simboliche per voi. Con i soldi ottenuti dai bonus, in modo tale da fare esperienza senza dover perdere denaro.

L’obiettivo finale è uno: cercare di scommettere, in ogni caso, con le quote più alte del mercato, con il book X o Y a seconda delle quote offerte. Tendenzialmente il lavoro del commerciante è quello di individuare i prezzi migliori, quelli che gli garantiscono migliori margini di guadagno. E’ lo stesso nelle scommesse.

Perché rinunciare alle quote migliori? Oramai esistono comparatori di quote come Oddschecker che vi agevolano la vita ed in pochi click potete capire le odds più alte del mercato.

Terzo consiglio: seguire la vita di una quota

Le value bets non sono altro che quote “sbagliate” dai risk manager. Ma forse non è corretto neanche dire così. Nei mercati principali, con maggiore liquidità, l’industria del betting ha raggiunto senza dubbio un grado di conoscenza della materia molto elevata.

Però si vengono a creare delle situazioni di vantaggio, a prescindere, per lo scommettitore che bisogna avere le skills per individuare.

In genere la liquidità (il denaro scommesso) condiziona la linea delle quote.

Facciamo un esempio banale. Per l’eccessiva esposizione su un evento (per esempio vittoria del Real Madrid), il bookmaker è costretto ad abbassare le quote sulle merengues. Per equilibrare il banco ed attirare gioco sul pareggio e la vittoria del Barcellona, i risk manager sono costretti alzare le odds su questi due eventi. In questo modo – detto in maniera un pò semplicistica (ma comprensibile) – si può creare valore a vantaggio del punter.

Per questo motivo è importante appuntarsi la quota di apertura e le oscillazioni più significative delle quote. In questo modo si possono iniziare a capire meglio come funzionano i mercati del betting ed è più facile capire quando c’è valore. Seguire la vita di una quota è essenziale.

Errore: scommettere in multipla ed ignorare la moltiplicazione dell’aggio

Se perdete nel betting dovete porvi delle domande. La prima: perché i professionisti in genere scommettono solo in singola? E’ una domanda che un bettor perdente, con grande umiltà, deve porsi.

Primo consiglio: basta alibi mentali

Il betting è uno skill game, nel lungo periodo l’alibi della sfortuna appartiene solo a chi ha una mentalità perdente. E’ lo stesso discorso nel calcio quando le squadre si lamentano di continuo degli arbitri. Sono solo alibi mentali che ci si crea per non riconoscere i propri errori. In genere scaturiscono nella mente di persone poco umili ed inclini alla sconfitta.

Lo stesso avviene nel poker online: c’è chi dà la colpa ai software o alla sfortuna, ma anche il poker è uno skill game di lungo periodo. Alla fine vince chi si impegna di più e con maggiore costanza.

Secondo consiglio: inserire odds di valore anche nelle multiple

In genere, i punter perdenti inseriscono nelle loro scommesse multiple eventi molto probabili (ma con quote che vanno a loro svantaggio), ignorando se c’è valore. E’ uno degli errori più gravi, perché nello sport, a volte anche l’evento più scontato può non verificarsi. Bisogna quindi cautelarsi, cercando di farsi pagare dai bookmakers molto di più delle probabilità del rischio.

Terzo consiglio: evitare moltiplicatore dell’aggio

Inoltre, altro grave errore, ignorano la moltiplicazione dell’aggio, ovvero la commissione del bookmaker intrinseco in quasi tutte le odds) che si verifica nelle schedine. Ogni quota ed evento inserito in una schedina aumenta l’edge del bookmakers perché la commissione (che è per noi Ev-) si moltiplica.

Lo spieghiamo bene, in questo articolo: Si può vincere con le multiple?

In queste condizioni diventa quasi impossibile poter vincere dal punto di vista statistico, non solo si scommette con quote Ev- ma anche con una rake per il bookmaker che può arrivare al 60%-70%.

 

Registrati a 888Sport.it, usa il codice: ITALIA ed avrei un super BONUS del 100% fino a €100!

Consiglio finale: scommettere in singola e/o in multipla ma con quote di valore

Il rimedio è scontato: fate come i professionisti e scommettete in singola. Oppure se proprio amate le schedine, inserite solo quote per valore, in questo caso (non semplice a verificarsi però….), invece di moltiplicare l’aggio del bookmaker, si moltiplica il valore ed il vostro vantaggio matematico statistico diventa importante verso il bookmaker.

Leggete questo articolo: Come poter vincere con le scommesse multiple

Vai alla nostra nuova sezione sulle scommesse dedicata ai bookmakers

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento