Gioco legale e responsabile

Altra Strategia

Guida Spin & Go: le tre tipologie di Flop sulle quali fare action da Bottone

Scritto da
11/02/2019 15:30

578


Abbiamo visto in una delle precedenti lezioni che la nostra strategia da Bottone in early stage, dovrà essere quella che, quando abbiamo la possibilità di aprire il nostro range, lo faremo con un mini-raise a 40, visto che lo Spin & Go comincerà a bui 10-20.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

In caso di call del BB, saremo di fronte a un piatto da 90 (BTN Raise 40, SB fold 10, BB Call 40) e giocheremo con uno stack effettivo di 460. L’assenza di una 3Bet pre flop ci assicura la possibilità di costruire un piatto potendo contare su un totale di 3 puntate, una per ogni strada, Flop, Turn e River, abbandonando così la malsana idea di slwoplayare mani di valore, cosa che invece avevamo imparato a fare in presenza di una 3Bet pre -flop. 

Texture al Flop e strategia

Agli occhi dei nostri avversari, il nostro range di apertura da Bottone è certamente ampio, ma proprio per questo dobbiamo limitarci e non esasperarlo con mani spazzatura come 84s. D’altro canto, come abbiamo visto nella lezione di difesa del nostro BB, anche il nostro avversario, adeguerà il suo range di call con mani abbastanza “cappate” ma non per questo povere di “allegria e simpatia” e, per questo motivo, mediamente dovremmo essere in vantaggio su due dei tre tipi di flop che andiamo ad analizzare.

Le tipologie dei flop che andremo a affrontare

Vista la nostra accuratezza nello scegliere le mani con cui aprire ci presenteremo di fronte a questi tre scenari sul flop:

  • La prima tipologia di flop preserva il vantaggio del nostro range su quello di Villain e qualche volta addirittura lo aumenta.  Parliamo di quei flop tutto sommato innocui come q 4 2 , oppure che presentano carte amiche, come A K 7 . 
  • La seconda tipologia di flop è quella che permette al nostro avversario di recuperare parte del margine con cui ci presentavamo pre-flop e rischia di farci superare nelle strade successive. Può essere composto così: j 8 5 , oppure k q 10.
  • L’ultimo flop è quello che preferiremmo non incontrare quasi mai, è quello che più spesso annulla completamente il nostro vantaggio e presenta carte molto legate tra di loro, wet come si dice in gergo. Tra gli altri, sono nostri nemici flop come: j 9 8 , oppure 7 6 5 .

Registrati su PokerStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito!


Il nostro compito è ovviamente quello di riconoscere all’istante quali pericoli corre la nostra mano e assegnare ad esso la strategia di C-Bet appropriata, partendo, ovviamente, dal presupposto che il BB decida di checkare. 

Nella prossima lezione analizzeremo ognuna di queste strategie per poi dare qualche consiglio sull’andamento successivo della mano, visto che a seconda del comportamento del nostro avversario, la mano prenderà dei percorsi che dovremo essere bravi a intraprendere.

Articolo estratto da PokerStarsschool.com by Pete Clarke

In questa pagina puoi trovare la lezione precedente 

In questa pagina puoi trovare la guida completa

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento