Vai al contenuto

Bwin Party negli USA: “non acquisteremo Full Tilt Poker”

Bwin Party non prevede sviluppi nella corsa per Full Tilt Poker: parole e musica dell’amministratore delegato Jim Ryan che ha annunciato futuri accordi esclusivi in California, Florida e ad Atlantic City, per l’ingresso nel 2012, negli Stati Uniti. Nessuna offerta per la red room nonostante una visita “sospetta” nella sede di Dublino.

Full Tilt Poker: “ci hanno derubato. 6 gruppi interessati”

Full Tilt Poker ha deciso di giocare a carte scoperte ed ha rilasciato in queste ore un’ulteriore dichiarazione ufficiale destinata a far discutere. La red room passa all’attacco e accusa: “nel corso dei due anni precedenti al black-friday, il Governo americano ha confiscato (con l’entrata in vigore della normativa UIGEA, ndr) 115 milioni di dollari … Continued

Poker online: negli Stati Uniti si torna a giocare

Negli Stati Uniti, dopo il black friday circa 50.000 grinders sono rimasti ‘disoccupati’. In molti si sono trasferiti all’estero ma non tutti hanno le risorse di Daniel “jungleman12” Cates e Phil Galfond, così alcuni professionisti dell’online sono costretti a rimanere in patria ma non possono più permettersi di rimanere inattivi. Alcune rooms hanno deciso di … Continued

Washington nuova capitale del poker online

C’è solo un piccolo lembo di terra negli Stati Uniti dove è possibile giocare a poker online in modo lecito: nel distretto di Washington D.C. è stato approvato un emendamento (nel complesso iter di approvazione del bilancio annuale) che permette alla multinazionale greca Intralot di gestire in esclusiva un network per il texas hold’em (e … Continued

Clamoroso a Las Vegas: sì al poker online!

Sembra paradossale ma è tutto vero: l’Assemblea del Nevada ha approvato, dopo numerose modifiche al testo, la legge (Assembly Bill 258) che autorizza la Gaming Commission a disciplinare il gioco online, con un regolamento ad hoc. Il Governatore Brian Sandoval ha già firmato il testo la scorsa settimana.

Phil Ivey non bluffa, risposta di fuoco di Full Tilt Poker

Dalla serie c’eravamo tanto amati: dopo le pesanti critiche di Phil Ivey, Tiltware (la società che controlla Full Tilt Poker) non esita a difendersi ed ha reso pubblica una dichiarazione in risposta al giocatore più rappresentativo della red room. Oramai, è bene dirlo, il clamoroso divorzio è annunciato e la frattura sembra insanabile.

PokerStars.com rimborsa 100 milioni ai giocatori

E’ passato un mese dal Black Friday ed in queste ore PokerStars.com ha comunicato ufficialmente di aver rimborsato 100 milioni di dollari ai players USA. La room ha ribadito di voler continuare a rispettare l’accordo con il Dipartimento di Stato per agevolare le operazioni di cash-out. Nonostante l’enorme esborso, i responsabili della società dell’Isola di … Continued

Isaac Haxton e Justin Bonomo in fuga dagli USA

La diaspora dei poker pro online americani continua e due nomi eccellenti hanno preannunciato la loro dipartita dagli USA. Il primo a farlo è stato Isaac Haxton, seguito dall’amico Justin “ZeeJustin” Bonomo ed altri cinque giocatori. Andranno tutti a vivere insieme all’estero.

Wall Street e Moddy’s scommettono sul poker online

Giorni duri, difficili per l’industria dell’online negli Stati Uniti ma secondo gli analisti di Wall Street è proprio questo il momento di scommettere sulle società dell’e-gaming. Un report della nota agenzia di rating Moody’s, ritiene molto probabile una prossima regolamentazione del poker online negli USA, soprattutto a livello statale, nonostante il blitz del Dipartimento di … Continued

Kathy Liebert si scaglia contro Howard Lederer

Kathy Liebert è una delle player più in vista del circuito pro negli Stati Uniti e la sua invettiva contro Howard Lederer ha suscitato scalpore e polemiche. Invitata alla trasmissione  “The Showdown” ha sferrato un attacco durissimo e diretto al noto co-proprietario e giocatore di Full Tilt Poker.

Poker online USA: 50.000 grinders 'disoccupati'

E’ un brutto momento per l’economia americana: il debito pubblico ha raggiunto livelli da paura ed in molti confidano nel poker in rete per dare respiro alle casse – sempre più vuote – del fisco statunitense. I parlamentari promotori della nuova legge sul gioco online hanno stimato che su internet il gambling potrebbe generare la … Continued