Vai al contenuto

Poker online: ecco il rake pagato dai players americani

I giocatori di cash game francesi sono costretti a pagare un conto molto salato ed è interessante capire, nei nuovi mercati regolamentati statunitensi, quanto i players americani versano alle rooms. La scorsa settimana abbiamo pubblicato le aliquote fiscali stato per stato ma vediamo, nel dettaglio, il livello di rake media negli USA.

La polizia si schiera a favore del poker online in USA

La proposta di bandire il gioco online, poker online incluso, negli Stati Uniti d’America, avanzata la settimana scorsa dal senatore della South Carolina Lindsey Graham e dal Rappresentante dello Utah Jason Chaffetz, ha scatenato un effetto-domino che ha coinvolto persino il più grande sindacato di polizia made in USA.

Gioco online: negli USA nasce un gruppo anti Adelson

Sheldon Adelson lo ha detto in modo chiaro: non lascerà nulla di intentato pur di impedire che il gioco online venga regolamentato negli Stati Uniti. Chi al contrario si batte perché si vada nella direzione opposta sembra stanco di rimanere a guardare: è così nata la Coalition for Consumer and Online Protection.

Clamoroso: PokerStars e il DoJ trattano il ritorno negli USA

Vi avevamo rivelato che Isai Scheinberg, fondatore di PokerStars, per affrontare le incriminazioni nei suoi riguardi da parte delle autorità giudiziarie statunitensi, aveva incaricato per la sua difesa un pezzo grosso: Michael Mukasey, ex numero uno del Dipartimento di Giustizia Generale e, in passato, giudice federale nel distretto di New York.

Il charity poker è un business in Michigan: le nuove regole

Troppi tornei di texas Hold’em giocati per beneficenza hanno attirato l’attenzione degli organi di controllo americani.  Il poker live solleva polemiche pure negli USA. Succede in Michigan, dove il cosiddetto ‘charity poker‘ è una vera e propria industria che ha generato negli ultimi nove anni 86 milioni di dollari di rake per le poker rooms, 680 … Continued