Vai al contenuto

Isaac Haxton e Justin Bonomo in fuga dagli USA

isaac-haxtonLa diaspora dei poker pro online americani continua e due nomi eccellenti hanno preannunciato la loro dipartita dagli USA. Il primo a farlo è stato Isaac Haxton, seguito dall’amico Justin “ZeeJustin” Bonomo ed altri cinque giocatori. Andranno tutti a vivere insieme all’estero.

Haxton ha rivelato al Time che sta seriamente ponderando il cambio di residenza  fuori dai confini USA ma la cosa pare oramai scontata. Altri big del poker online a stelle e strisce hanno deciso di lasciare la patria a causa del Black Friday: nei giorni scorsi anche Faraz Jaka aveva annunciato la dipartita.

Ed Haxton ha convinto l’amico e collega Justin “ZeeJustin” Bonomo a questa coraggiosa scelta di vita. I due giocatori stanno vagliando diverse mete: Malta, Madrid o Melbourne nella lontana Australia, insieme ad altri cinque grinders amici.

“In definitiva non mi importa dove andrò. L’importante è che si possa vivere in un paese con una buona connessione a internet e che sia possibile di continuare a guadagnare online per tirare avanti”.

Haxton è un regulars dei tavoli nosbleed High Stakes online ed è stato runner-up al PCA nel 2007. justin-bonomoA dicembre è balzato agli onori delle cronache per aver battuto Viktor “Isildur1” Blom nel match inaugurale del SuperStars Showdown su PokerStars.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Nell’intervista al Time ha rivelato la sua profonda frustrazione nei confronti della scelta del Governo degli Stati Uniti di voler vietare la diffusione del poker su internet.

“Di conseguenza non abbiamo altra scelta – ha commentato – se non lasciare gli USA”. Haxton e Bonomo sceglieranno insieme la destinazione in modo tale da condividere la delicate fase dell’ambientamento in un altro paese.

Bonomo ha parlato anche di altre implicazioni che influiranno sulla loro vita privata: “Mi eccita l’idea di andare a vivere all’estero ma è una scelta comunque non semplice. Non potrò più vedere la mia ragazza ed inoltre non sono sicuro che rilasceranno un permesso o un visto di lavoro ad un poker player professionista. Certo rinnovare il visto o andare in un altro paese non sarà complicato però sono aspetti che bisogna calcolare”.

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.