Vai al contenuto
Shaun Deeb - WSOPE 2022

WSOPE 2022: Shaun Deeb cerca la ciliegina nel Main Event, Italia a secco

Rimangono solamente 7 avversari, per Shaun Deeb, nella caccia alle WSOPE perfette. Il fenomeno newyorkese è secondo su 8 al tavolo finale del Main Event WSOPE 2022, ma è senza alcun dubbio il giocatore più atteso tra quelli giunti all’ultimo atto. Intanto si conclude anche l’ultimo evento con in palio un braccialetto, e l’Italia deve ufficialmente accontentarsi di quello conquistato da Fabio Peluso all’inizio della manifestazione.

WSOPE Main Event: Andrian niente miracolo, Deeb per il titolo

Avevamo parlato di “Bendinellata” come unica speranza per Simone Andrian di invertire la rotta e provare il miracolo nel WSOPE Main Event, che lo vedeva partire da estremo short stack al day 4, con appena 6 bb. Il miracolo non si è concretizzato, poiché il vincitore del braccialetto WSOPE 2021 nel 6-max si è dovuto arrendere in 39esima piazza.

Andrian si arrende

A eliminarlo l’israeliano Saar Wilf, che ne chiama i resti e si presenta dominante allo showdown, 8 8 vs 4 4 . Sul turn 9 5 6 8 , pur avendo l’avversario centrato un set a migliorare ulteriormente il suo punto, si apriva per il nostro una chance di split in caso di 7 sul river. L’ultima carta del board era però solo un 5 e così si chiude ufficialmente la partecipazione italiana al WSOPE Main Event 2022. Per l’ottimo Simone Andrian una ricompensa da 33.820€ e la piccola soddisfazione di un payjump guadagnato. I 3 eliminati prima di lui avevano incassato 29.562€. Come si dice, sossoldi.

Shaun Deeb e l’importanza del cibo

La contesa va avanti, e più si ha l’impressione che Shaun Deeb sia sempre più a suo agio. Lo si era già capito a inizio giornata quando, durante una mano contro il tedeasco Tkatschew, fa attendere l’avversario sul turn per ordinare il pranzo, per la precisione gnocchi e tartare di manzo. “Mangiare è più importante di questa mano”, ha aggiunto sornione Shaun il quale, poi, ha sparato una prepotente bet sul river, facendo foldare l’avversario.

Braccialetto (e Phil Hellmuth) nel mirino

La tranquillità fa spesso rima con rendimento, nel poker live. Le WSOPE 2022 sono state finora eccellenti per Shaun Deeb, che ha messo in cascina due terzi posti nei due High Roller (da 25k e 50k di buy-in) e un 2° posto nel 1.650€ Mixed PLO/NLHE. Il tavolo finale del Main è pertanto la ciliegina sulla torta, che diventerebbe di alta pasticceria in caso di braccialetto. Sarebbe il sesto per lui, che non ha mai nascosto di avere in programma di superare Phil Hellmuth entro 20 anni.

Chipcount del final table

Al di là dei siparietti, lo stack di Shaun Deeb cresce con costanza spaventosa durante l’arco della giornata, fino a raggiungere i 16 milioni e mezzo a fine day 4. Non si tratta della chip lead solo per merito dello svedese Omar Ejlach, che di milioni virtuali ne accumula quasi 20. I due sono ben avanti al resto della ciurma, come si vede:

  • Omar Francisco Eljach Huang Sweden 19480000
  • Shaun Kristopher Deeb United States 16580000
  • Jonathan Paul Andre Pastore France 9925000
  • Paul Adrian Covaciu Romania 9125000
  • Barny Matthew Boatman United Kingdom 7730000
  • Vladas Tamasauskas Lithuania 5950000
  • Alexandre Marie Reard France 5300000
  • Armin Rezaei Austria 2205000

Tra gli altri si segnalano l’inossidabile Barny Boatman, il lituano Tamauskas che ha capitalizzato al massimo il monster pot con cui il giorno prima aveva eliminato Suriano e Angelini, il forte francese Reard e il regular austriaco Rezaei.

Il WSOPE Main Event riprenderà oggi con la caccia al successore di Josef Gulas jr. Potrete seguire il final table in live streaming a partire dalle 15 italiane, cliccando qui.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

WSOPE Turbo Freezeout: a Lyubovetskiy l’ultimo braccialetto, ma Kovalchuk è tornato

Nel poker amarcord della settimana scorsa avevamo parlato di lui dicendo che non era una coincidenza, poiché Oleksii Kovalchuk era riapparso sulla scena pokeristica a queste WSOPE e sembrava intenzionato a lasciare il segno. Dopo una settimana, il nativo di Kiev ha messo in sequenza un 6° posto al 5k PLO, un 2° posto all’8-game Mix, un 9° al NLH/PLO Mixed e ora anche un altro secondo posto, all’ultimo evento con un braccialetto in palio. Si trattava del 1.000€ Turbo Freezeout, torneo che ha attirato 211 iscrizioni, ma il braccialetto è stato una questione tutta ucraina, risolta infine in favore di Andriy Lyubovetskiy.

Questo il payout di un final table che ha visto la presenza degli azzurri Ghirelli e Peluso, rispettivamente 4° e 9°:

1 Andriy Lyubovetskiy Ukraine € 45.606
2 Oleksii Kovalchuk Ukraine € 28.178
3 Mehdi Chaoui Roqai Morocco € 19.304
4 Edolo Ghirelli Italy € 13.565
5 Benjamin Stiefel Germany € 9.783
6 Johan Francois Guilbert France € 7.246
7 Martin Kabrhel Czech Republic € 5.517
8 Thore Fabian Kunze Germany € 4.320
9 Fabio Peluso Italy € 3.482

Proprio quello vinto da Fabio Peluso qualche settimana fa rimane l’ultimo – e l’unico – braccialetto conquistato dai giocatori italiani a queste WSOPE 2022.

Immagine di copertina: Shaun Deeb (courtesy WSOP & Tomas Stacha)

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".