Vai al contenuto
andrew green blackjack

Blackjack: vince online €2 milioni, non lo pagano ma…. riesce a incassare €828.000 di interessi!

In Gran Bretagna i casinò sono avvisati: guai a fare i furbi! Le sale da gioco non devono più affidarsi a “tecnicismi” vari per trovare una giustificazione ai mancati pagamenti delle vincite perché rischiano di mettere a bilancio perdite ancor più pesanti.

La giurisprudenza ha fatto scuola a tutela dei giocatori e, in un ordinamento di common-law i precedenti hanno valore ancora più vincolante. Prendiamo il caso di Andy Green che ha vinto in tribunale contro il bookmaker inglese Betfred nel 2021 (la storia però è emersa in queste settimane).

Il 55ennne gambler oltre al pagamento della vincita ha diritto al versamento degli interessi legali, maturati in oltre 3 anni di querelle giudiziaria. Alla fine ha vinto due volte. E’ il sogno di molti comuni mortali riuscire a guadagnare circa € 900.000 senza muovere un dito in 3 anni.

Blackjack online: il jackpot milionario non pagato e ora arriva il conto salato

Il Signor Green (residente a Washington, nel Lincolnshire) è un uomo che ha vissuto un’esistenza non banale: padre single di 3 figlie, durante la pandemia ha vissuto momenti molto difficili, cercando di proteggersi al meglio considerando anche un suo problema cardiaco. Finanziariamente, non se l’è passata bene in questi anni. Per farvi capire: la sera che ha saputo della vincita ha festeggiato con una Coca Cola e una pizza (totale della spesa 20 sterline), in attesa dell’assegnone…

Si è indebitato per sostenere le spese legali visto l’onerosa disputa giudiziaria. Per fortuna è stato ben ripagato.

Mister Andy Green è riuscito a incassare quasi 3 milioni di euro pochi mesi fa, frutto della vincita (non pagata) di circa €2 milioni grazie al fortunato jackpot, più gli interessi riconosciuti in via giudiziaria. L’unica fonte di stress è stata quella di dover potare in tribunale un potente bookmaker britannico senza avere risorse finanziarie sufficienti. La stampa locale ha evocato il classico stereotipo della sfida impossibile: Davide contro Golia.

Nonostante il bookmaker avesse schierato i migliori legali di settore, non c’è stato nulla da fare.

La storia della vincita contesa nel 2018

Ma cosa è successo nel 2018?

Cerchiamo di ricostruire nel dettaglio la vicenda. L’appassionato gambler vince ai tavoli del gioco Frankie Dettori Magic Seven Blackjack un jackpot da 1,7 milioni di sterline (più di 2,04 milioni di dollari statunitensi e 2,01 milioni di euro) sul sito online di Betfred.

Bonus casinò
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Riceve i complimenti per la vincita dallo staff del book online, ma arriva la doccia gelata dopo 5 giorni: l’operatore non gli riconosce la vincita per problemi tecnici al software. Gli offre in cambio “per buona volontà” un premio da 600.000 sterline, previa firma di un accordo di riservatezza. Il Signor Andrew rifiuta e va avanti, costi quel che  costi.

Scatta l’azione legale.  Mister Green si affida ai suoi avvocati di fiducia e, dopo una battaglia legale durata 3 anni, riesce a ottenere la vincita e non solo. Come detto, il 55enne si è visto versare (sempre su ordinanza del tribunale) anche gli interessi legali per 700.000 pounds, 828.422 euro al cambio attuale. Ma prima del pagamento della vincita su ordine del giudice, il giocatore è andato in rosso in banca.

Mister Green e una gestione del denaro attenta

E’ bene quel che finisce bene. Mister Green è riuscito a vincere quindi non solo ai tavoli da gioco ma anche in tribunale. “Un padre single con 3 figli a carico deve saper usare la testa”. Come dargli torto?

Ha deciso di gestire il suo budget in maniera molto oculata: ha rinnovato le finestre di casa e comprato una BMW usata, forse l’unico sfizio che si è concesso. Ha già ottenuto una licenza edilizia per costruire una taverna dove poter isolarsi dal resto della famiglia durante gli eventi sportivi. Il progetto e la licenza gli sono costati 25mila sterline, ma è un investimento: “Per me si tratta di una spesa molto alta”.

COMPARAZIONE GIOCHI
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.