Gioco legale e responsabile

WSOP 2021

WSOP 2021: Hellmuth in corsa nel Razz Championship. L’azzurro Shehadeh ci prova nell’evento 79!

Scritto da
18/11/2021 12:20

642


Phil Hellmuth

Phil Hellmuth (photo courtesy of Melissa Haereiti and Pokernews)

 

Il Main Event delle World Series of Poker di Las Vegas ha da poche ore incoronato un nuovo campione del mondo, Koray Aldemir. Tuttavia, i tornei delle WSOP non si fermano, e la programmazione continua con gli ultimi eventi del 2021.

Vi sono infatti braccialetti consegnati nella notte, oltre ad un Championship Razz che sta giungendo alle fasi finali ed è ancora colmo di grandi nomi (chi ha detto ” Phil Hellmuth “?). Ma il poker azzurro guarda anche all’Evento 79, con Luigi Shehadeh ancora in corsa.

Ma andiamo con ordine.

Evento #77: $1,500 Fifty Stack No-Limit Hold’em

E’ il brasiliano Paulo Joanello l’ultimo sopravvissuto di un field da 1.501 giocatori. Il sudamericano ha infatti conquistato il suo braccialetto d’oro delle World Series of Poker nell’Evento #77: $1,500 Fifty Stack No-Limit Hold’em. Joanello ha sconfitto Toby Price dopo un lungo testa a testa con frequenti capovolgimenti di fronte, ma alla fine l’ha visto vincitore e gli ha regalato un primo premio di $ 321.917.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Questo è il quarto piazzamento a premio WSOP della carriera per il carioca, di gran lunga il più importante. Il brasiliano, infatti, gioca prevalentemente a poker nel suo paese e viene a Las Vegas dal 2013 solo per giocare qualche saltuario evento WSOP. Al suo primo tavolo finale, però, ha avuto il merito di fare centro.

Nulla da fare, purtroppo, per il nostro Matteo Sarais, capace di approdare al Day 2 ma senza riuscire ad arrivare sino in fondo. Meglio l’azzurro, però, dei tanti pro che si sono fermati per strada, come Anthony Spinella (87esimo), Ari Engel (86), Martin Jacobson (71), Gal Yifrach (56), e Damian Salas (44esimo posto).

Ecco il payout finale:

1 Paulo Joanello Brazil $321,917
2 Toby Price United States $198,970
3 Martin Bicanik Czech Republic $146,061
4 Ron Moisescu Israel $108,349
5 Roongsak Griffeth United States $81,228
6 Axel Hallay France $61,550
7 Elio Fox United States $47,145
8 David Morel United States $36,508
9 Scott Hall United States $28,585

Evento #78: $10,000 Razz Championship

C’era tanto, tantissimo interesse per uno degli ultimi tornei Championship delle World Series. I 109 partecipanti all’Evento 78, infatti, erano tutti di elevatissima caratura, e hanno formato un field tra i più interessanti di questa edizione delle WSOP.

Sono rimasti in gara solo 14 giocatori, e comanda il gruppo il brasiliano Yuri Dzivielevski, con 1.126.000 in chips. Ma a scorrere l’elenco dei rimasti si capisce come l’evento possa essere così prestigioso: sono ancora in corsa infatti John Monnette, Roland Israelashvili, Eric Seidel, Benny Glaser ma soprattutto Phil Hellmuth. Il Poker Brat, in realtà, arriva al Day 2 piuttosto short, con sole 133.000, dopo essere stato tutto il giorno tra i chipleader ma trovandosi invischiato in un colpo negativo proprio sul finire di giornata, contro Israelashvili. Mai dare per morto, però, il 16 volte campione del mondo.

Occhio anche alle quote rosa, ben rappresentate dall’americana Shirley Rosario, ampiamente nella top 10 di giornata.

La caccia ai 127 mila dollari del primo premio ripartirà da questa top 10:

1 Yuri Dzivielevski 1,126,000
2 Yehuda Buchalter 874,000
3 John Monnette 861,000
4 Erik Sagstrom 845,000
5 Roland Israelashvili 647,000
6 Benny Glaser 552,000
7 Shirley Rosario 398,000
8 Brad Ruben 316,000
9 Carlos Villamarin 299,000
10 Everett Carlton 231,000

Evento #79: Poker Hall of Fame Bounty: dentro Luigi Shehadeh!

Evento nuovo, questo, delle World Series of Poker. E’ un torneo dedicato ai giocatori leggendari della Poker Hall of Fame, ai quali è stato introdotto un montepremi aggiuntivo in caso di eliminazione, basato sul loro anno di introduzione nella “galleria dei migliori”. Ad esempio, Doyle Brunson è stato introdotto nel 1988. Pertanto, eliminandolo, il giocatore vincente avrebbe guadagnato una taglia di $ 1,988.

La Poker Hall of Fame esiste nel 1979, e ad oggi conta 25 membri viventi dei 56 celebrati con questa onorificenza. Di questi 25,  partecipavano inizialmente al torneo i vari Scotty Nguyen, Doyle Brunson, Barry Greenstein,  Phil Hellmuth, Barbara Enright, Tom McEvoy, Kathy Liebert oltre al neo entrato nel club Eli Elezra.

L’evento ha visto la partecipazione di 469 giocatori, e di questi ne sono sopravvissuti 63, che domani si ripresenteranno alla caccia del braccialetto d’oro. Il chipleader è il filippino Marc Rivera con 721.000 chips, ma l’Italia sorride grazie a Luigi Shehadeh, riuscito a passare con 183.000 .

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Curiosamente, nessun Hall of Famer è stato capace di approdare al Day 2.

La caccia al braccialetto e ai 172 mila dollari del primo premio ripartirà da bui 4.000-8.000 da questa top 10:

1 Marc Rivera 721,000
2 Jerry Wong 700,000
3 Payam Karami 630,000
4 Eder Murata 560,000
5 Laurent Polito 486,000
6 Phil Scaletta 462,000
7 Abhinav Iyer 442,000
8 Sonia Shashikhina 425,000
9 Michael Acevedo 419,000
10 Christian Pham 402,000

 

 

Evento #80: $3,000 6-Handed Pot-Limit Omaha

E’ agli archivi il Day 1  dell’Evento #80: $3,000 6-Handed Pot-Limit Omaha. L’ Amazon Room del Rio contava per questo torneo un  field di 496 giocatori, a formare  un montepremi di $ 1.324.320. Sono 124 i superstiti di giornata, col russo Ruslan Nazarenko ampiamente al comando grazie ad uno stack di 616,500. Seppur a distanza, inseguono  Chino Rheem (500.000), Maxx Coleman (496.000), Michael Moncek (445.000) e James Mordue (420.000).

Tra i nomi noti passati al Day 2, poi, scoviamo  Uri Reichenstein (357.000), Anatolii Zyrin (280.500) e Ali Imsirovic (268.500).

Nulla da fare, invece, per i vari  Chance Kornuth, Shaun Deeb, David Williams e il campione in carica Alan Sternberg, tutti eliminati nel corso della giornata.

Nella nottata, i 124 superstiti si ripresenteranno per il Day 2, ma solo una volta rimasti in 75 potranno beneficiare del premio. Il vincitore, invece, oltre al braccialetto potrà godere di ben $ 280.916.

Ecco la top 10 provvisoria:

1 Ruslan Nazarenko 616,500
2 Chino Rheem 500,000
3 Maxx Coleman 496,000
4 Steven Forman 460,000
5 Michael Moncek 445,000
6 James Mordue 420,000
7 Joseph Haug 358,500
8 Uri Reichenstein 357,000
9 Michael Hudson 334,500
10 Anatolii Zyrin 280,500

 

Photo Courtesy of Pokernews

WSOP 2021 - LA GUIDA COMPLETA

Vuoi scoprire tutti i segreti delle WSOP 2021?

In questa guida gratuita troverai:
  • Il calendario dei tornei
  • Curiosità sui partecipanti e sui tornei del 2021
  • Tanti consigli pokeristici per affrontare al meglio i tornei multitavolo
  • I migliori casinò di Las Vegas scelti per te
Lascia la tua email qua sotto e riceverai immediatamente il link per visualizzare la guida alle WSOP 2021!