Gioco legale e responsabile

News

Incredibile in Colorado: una signora tilta i massimi, mostra le sue grazie, chiama la polizia e il finale è surreale

Scritto da
21/08/2019 12:00

2.842


Una redazione di un portale di poker è formata, di solito, da persone che ne hanno visto davvero tante durante la loro carriera, ma quello che vi raccontiamo in questo articolo, se non le batte tutte, poco ci manca. 

Siamo negli Stati Uniti e per l’esattezza alla Golden Gates Poker Room di Black Hawk, dove si stanno svolgendo le “Colorado Poker Championship”, una 20 giorni pokeristica di una certa rilevanza, all’interno della quale si giocano eventi per un montepremi garantito totale di circa 1,2 milioni di dollari. 

Il racconto di Givens

Tra i partecipanti ad uno di questi eventi c’è anche il campione WSOP Will Givens, che sta prendendo parte al NLHE Deepstack da $300 di Buy In, un bel torneino da $20.000 di garantito. 

Nel bel mezzo dell’action Givens si trova, suo malgrado, ad assistere ad una mano in cui non è attore principale, ma, alla fine di tutto quello che vi stiamo per raccontare, capirete per quale motivo ha deciso di rendere pubblica questa incredibile storia. 

Una signora bionda con un’ elegante ciabatta infradito a svelare un piede ben curato e un paio di jeans con t-shirt nera, decide di aprire da early position subendo una 3-Bet di un suo rivale che opera da late, foldano tutti e la gentile signora opta per il più classico dei call fuori posizione. 

Tutto standard, direte voi, esattamente come standard è la continuation bet del bottone dopo il check della signora, la quale, al momento di agire, comincia a pensarci. Givens parla di circa 10 secondi di tanking. 

I 10 secondi che originano tutto

Ma sono i 10 secondi che danno origine al delirio più assurdo. 

Il suo avversario la scruta e la provoca da giocatore scafato, magari non nel modo più corretto del mondo, ma sicuramente all’interno delle regole: “Signora, prima di chiamare o di foldare, le propongo di mostrare la sua mano e io farò altrettanto”. 

La signora evidentemente sa che l’accordo non potrà mai concludersi, pena una ovvia sanzione da parte del floorman, ma sensibilmente tiltata da tale proposta, si alza in piedi e dichiara con principesca disinvoltura: “la cosa che posso mostrarti al massimo sono le mie tette” e, poco prima di buttare le carte nul muck, la signora mantiene la sua promessa e… hop… le sue grazie vengono svelate. 

Segue tutta una serie di improperi tra lei e il suo nuovo principe azzurro, con tanto di apprezzamenti non proprio delicati sulla di lui non eccessiva virilità e sulla, di lei, “somiglianza ad un trans”.

La cosa più incredibile della vicenda è che nel giro di poche ore la signora viene eliminata dal torneo e decide, tiltatissima, che è ora di fare intervenire la polizia del Colorado per farsi rimborsare i soldi del torneo, inneggiando alla poca sportività del rivale. 

Non è una mossa super intelligente… Sulla signora pendeva un ordine di cattura in caso fosse uscita dal fermo domestico al quale era sottoposta… e la polizia l’ha arrestata portandola in carcere!

Occhio, ragazzi, i tilt da partita di poker possono portarvi pure a farvi dimenticare che siete agli arresti domiciliari!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento