Vai al contenuto

Cash Game Festival, esperimento promosso. Bonavena: “gran bella idea, da ripetere”

Salvatore Bonavena, entusiasta del Cash Game FestivalL’occasione di trascorrere qualche giorno nel casinò di Campione d’Italia e la possibilità di giocare cash game live per l’intera giornata – al Poker Cash Game Festival della Pagano Events – erano troppo ghiotte per non prendere armi e bagagli e partire.

Dunque, uno sparuto gruppo di omini, più o meno random, si compatta in un’unica monovolume ed abbandona la capitale per affrontare l’insidioso freddo nordico, pur di partecipare al primo evento pokeristico in Italia di solo cash game: le speranze, eccezion fatta per l’unico [reg] (notare l’indizio sull’identità n.d.r.) a bordo della vettura, si limitano ad un quieto break even.

Le sensazioni, una volta giunti in loco, sono subito positive: tante le persone che affollano i tavoli e tanti i volti noti. Ne approfitto, dunque, per fare due chiacchere con il pro di PokerStars Salvatore Bonavena, il quale si mostra soddisfatto per la buona riuscita dell’evento:”L’idea mi piace molto – commenta “Mr EPT”, impegnato ai tavoli 5/10 di Pot Limit Omaha e di Hold’em – e spero che, come sembra, possa diventare una costante. L’evento ha raccolto l’adesione di tanti ragazzi e ciò non può che essere positivo. Personalmente, consiglierei di aumentare i livelli intermedi e di non fissare limiti di buy in per quello che riguarda i tavoli high stakes, perchè dopo qualche ora un avversario può essere anche 400x ed è limitante poter avere solo 150 big blinds. Tecnicamente il livello è discreto, ma credo che in futuro la presenza di più giocatori potrà consentire l’apertura di tavoli più alti e con un livello tecnico migliore”.

Mentre gli omini capitolini tengono alta la bandiera della scuola romana, ai tavoli high stakes l’action si fa interessante con Claudio Swissy Rinaldi protagonista al 20/40 ed i due pro di BetPro Maurizio Agrello e Dario Rusconi sempre presenti ai tavoli più caldi per dare vita a lunghe e profittevoli sessioni:”Un’idea davvero bella – dichiara Maurizio ‘Vaipuma’ Agrello vincitore due anni fa del Malta Poker Dream – che ha dato la possibilità di giocare per tante ore in un ambiente confortevole e con un’organizzazione di livello. E’ senza dubbio un’esperienza divertente e credo che la buona riuscita dell’evento ne sia la dimostrazione. Personalmente sono soddisfatto degli ottimi risultati che sto ottenendo nonostante il supercooler 300x – AA vs KK – di fine sessione!”.

Le testimonianza raccolte non distraggono i nostri eroi dall’action di un affollato 1/2: la tre giorni si conclude con un profitto insperato per l’intera compagnia, con Mauzillone top winner davanti a Vellagio e MrAfA, ma soprattutto rimane il divertimento per un’esperienza resa ancor più piacevole dalla presenza al tavolo di molti coetanei.

L’unica pecca, almeno per quanto abbia potuto notare, è una waiting list sin troppo affollata per i tavoli 1/2: poter aprire solo quattro tavoli di 1/2 (limite che sarebbe stato imposto dal Casinò) ha penalizzato molti ragazzi che avrebbero voluto raggiungere il numero di ore utili per partecipare al freeroll in programma ieri, o anche solo divertirsi per alcune ore al tavolo da gioco.

L’evento – salvo qualche piccola miglioria che ci siamo permessi di suggerire anche tramite il parere di alcuni pro – è senza dubbio da ripetere. L’organizzazione non si è fatta attendere, ed ha fatto un importante annuncio sul nostro forum: il Cash Game a Campione continuerà! Vieni a scoprire il futuro del Cash Game Festival!

scritto da darioz81