Vai al contenuto

Dominik Nitsche fa poker di braccialetti: suo il WSOPE High Roller for One Drop per 3,48 milioni

Dominik Nitsche intento a preparare una puntata

Con 20 giocatori sui 60 approdati al day 2 e 4 su 10 qualificati al final day, vedere il 111k WSOPE High Roller For One Drop vinto da un tedesco era la cosa più probabile che potesse capitare. Così è stato, infatti. A trionfare per 3,48 milioni di euro è stato il sempre caldo Dominik Nitsche, dopo heads up dominante sul connazionale Andreas Eiler.

Con questo successo, Nitsche conquista il suo quarto braccialetto in carriera, sfondando contestualmente quota 11 milioni di dollari in vincite lorde da tornei live.

Delusione Vogelsang

Se una vittoria tedesca era evento relativamente pronosticabile, sorprende piuttosto il cognome del campione. Un braccialetto al polso di Christoph Vogelsang non avrebbe infatti sorpreso nessuno, vista la netta chip lead con cui si presentava al final day.

L’inizio delle ostilità era però molto incerto, e per arrivare alla prima eliminazione passava ben più di un’ora. Nel frattempo Vogelsang subisce un brutto colpo dall’austriaco Thomas “WushuTM” Muehloecker, che raddoppia proprio su di lui in un coinflip mozzafiato: a k per il tedesco, 2 2 per l’austriaco che era già pronto ai saluti sul flop k j 7 . Sul turn esce un a , che in teoria sarebbe una delle carte di Vogelsang ma apre anche un progetto a fiori per Muehloecker. Il 4 completa un runout particolare, che consegna il raddoppio all’austriaco e ridimensiona le velleità di Vogelsang.

Nitsche rompe il ghiaccio

Quindi proprio Dominik Nitsche rompe il ghiaccio, eliminando il primo giocatore di giornata: si tratta dell’ex november niner Kenny Hallaert, decimo. Quindi è Sonthemeier a farsi carico di definire il final table ufficiale: l’agnello sacrificale è stavolta Charlie Carrel, brillante per lunghi tratti del torneo ma infine solo nono.

Nitsche risale in cattedra, buttando fuori prima Kabrhel e poi Khangah. Particolarmente sfortunato il primo, che partiva al 70% e si vede scoppiato al river, da un colore chiuso da Dominik. Il tedesco prende il largo mentre Vogelsang continua a scendere ed è proprio lui destinato ad uscire in sesta piazza: a castigarlo il bielorusso Badziakouski.

Mikita Badziakouski

Sontheimer esce 5° e si lamenta: “troppi tank”

Steffen Sontheimer è uno dei giocatori più caldi degli ultimi mesi, durante i quali ha ottenuto numerosi successi a livello high roller. Non sorprende quindi che l’austriaco fosse tra gli ultimi 5 a giocarsi il torneo anche stavolta. Tuttavia, Steffen ha vissuto un pomeriggio piuttosto difficile: da un lato una situazione di stack perennemente difficile, dall’altro il crescente fastidio per le continue “tankate” degli avversari, espresso anche su Twitter

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ad ogni modo, Sontheimer e Muehloecker sono i prossimi due a doversi fare da parte, eliminati proprio dai due che arriveranno fino in fondo: Sontheimer 5° per mano di Eiler, Muehloecker 4° “bustato” da Nitsche.

Eiler, chipleader di braccio

Il terzo incomodo resta il bielorusso Mikita Badziakouski, che viene infine spinto fuori dal torneo dal solido Eiler, con l’ennesimo coinflip: AK vs 88, A sul turn ed heads up composto:

  • Andreas Eiler 152.650.000
  • Dominik Nitsche 111.350.000
Andreas Eiler

Se il rapporto tra gli stack sorride a Eiler, in quanto a esperienza e dimestichezza a questi livelli sembra non esserci partita. Nitsche si riprende la testa del torneo con una apparente facilità.

Dominik Nitsche, paziente trionfo

Il copione rimane lo stesso per circa due ore, con Nitsche che scava un solco ed Eiler che riesce in qualche modo a rimanere a galla. A un certo punto il gap è divenuto enorme, con Nitsche a circa 240 milioni ed Eiler sotto i 20 milioni. Arriva l’ennesimo double up, ma poi la storia finisce:

Dominik Nitsche vince dunque la prima edizione europea del “Big One For One Drop”, denominato WSOPE High Roller For One Drop, su 132 ingressi totali (88 giocatori unici).

Nitsche riceve il braccialetto da Leon Tsoukernik

Così il final day:

  1. Dominik Nitsche DE  €3,487,463
  2. Andreas Eiler DE €2,155,418
  3. Mikita Badziakouski BY €1,521,312
  4. Thomas Muehloecker AT €1,096,206
  5. Steffen Sontheimer DE €806,758
  6. Christoph Vogelsang DE €606,694
  7. Ahadpur Khangah IR €466,421
  8. Martin Kabrhel CZ €366,762
  9. Charlie Carrel GB €295,131
  10. Kenny Hallaert BE €295,131