Vai al contenuto

Come giocare la parte iniziale dei tornei di poker [2]

Chiudiamo, con questo secondo pezzo, l’articolo di strategia di base che si pone come obiettivo quello di darvi i migliori consigli su come giocare la parte iniziale dei tornei di poker.

Vi abbiamo presentato la prima parte qualche giorno fa, ed è quindi tempo di completare l’opera e proporvi la seconda. Buona lettura!

Come giocare la parte iniziale dei tornei di poker

Un’ottima mentalità per portare a termine questi livelli di apertura è quella di essere ristretti e selettivi con le mani giocate, ma anche tenere d’occhio le situazioni per “intrappolare” i giocatori giocando mani speculative con il potenziale per vincere grossi piatti con chi gioca solo la parte più alta dei loro range.

Giocare le mani civetta

I connector suited e gli one-gapper possono essere ottime mani con cui giocare, e anche quando non sono dello stesso seme possono essere chiamati se hai posizione. Generalmente vale la pena provare anche le pocket pair piccole per vedere i flop a buon mercato durante i primi livelli. Con tutte queste mani, vuoi cercare di fare mani particolarmente forti come set, scale e colori e, si spera, ottenere molto valore da avversari ignari che ti ripagheranno con le loro mani forti.

Queste mani funzionano bene perché le tue “pot odds implicite” sono spesso abbastanza buone durante i primi livelli. Avere stack così profondi rende molto più redditizio chiamare un rilancio dai bui con (diciamo) una mano come {4-}{4-}, perché tu e il tuo avversario avrete spesso 20, 30, anche 50 volte la dimensione del piatto quando si arriva il flop.

Allo stesso modo, non essere quello che rimane intrappolato all’inizio di un torneo! Diffida degli assi deboli — davvero qualsiasi cosa da {a-}{q-} in giù — e di altre mani “problematiche” come {k-}{j-}, {k-}{10-}, {q-}{ 10-} e simili. Fai attenzione a qualsiasi mano con cui realizzi una top pair ma affronti una pressione apparentemente significativa da parte di un avversario dopo il flop. Quelli intelligenti, come te, stanno in agguato, cercando di massimizzare le chip quando hanno la tua mano ha la meglio.

Conoscenza degli avversari

Infine, un’altra importante ragione per cui i livelli iniziali, pre-ante effettivamente possono essere produttivi è il fatto che anche se i piatti sono relativamente piccoli, la quantità di informazioni che puoi potenzialmente raccogliere sui tuoi avversari, può essere enorme.

In molti casi, giocherai più mani con i giocatori con cui sei seduto all’inizio che durante qualsiasi altra fase di un torneo, salvo magari al tavolo finale. Trascorri questi primi livelli per farti un’idea di chi sono i giocatori aggressivi, chi sono quelli passivi e anche chi sembra stretto e chi sembra sciolto.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ricorda che anche i giocatori loose saranno spesso più stretti durante i primi livelli, quindi non essere fuorviato da false prime impressioni. Ma fai molta attenzione agli showdown e prendi nota di chi sta giocando quali mani da quali posizioni, così come le loro tendenze all’aggressività o alla passività preflop e postflop. Cerca anche di rimanere consapevole del tipo di impressione che potresti fare con il tuo gioco durante la fase pre-ante e considera i modi in cui potresti sfruttare quell’immagine a tuo vantaggio in seguito.

Dovresti anche tenere a mente che puoi giocare contro i tuoi avversari più avanti nel torneo, il che significa che probabilmente saprai come giocano, ma potrebbero anche provare a mescolare le cose giocando in uno stile completamente diverso da come te di solito li hai percepiti all’inizio, il che si aggiunge al divertimento!

Adesso sei pronto ad affrontare la parte iniziale dei tornei di poker. Buon divertimento.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".