Gioco legale e responsabile

Strategie di Poker

Il bluff deve raccontare una storia credibile e in questa mano non è stato fatto

Il bluff necessita di tantissime componenti per poter essere portato a termine in maniera convincente. Tra queste serve una storia credibile

Scritto da
12/08/2020 19:29

846


storia credibile

Il bluff, una storia credibile…

Il tavolo finale del PokerStars Championship di Praga

Alcune delle mani più interessanti che noi fan del poker possiamo scoprire, provengono dagli streaming a carte scoperte dei tavoli finali, dal momento che conosciamo le combo di tutti i giocatori coinvolti.

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

Il tavolo finale del Main Event del PokerStars Championship di Praga del 2017, dimostrò questo assunto molte volte, con una serie di mani interessanti e memorabili giocate sulla strada che portò alla vittoria di Kalidou Sow.

Ci sono inoltre alcune mani molto didattiche di quell’evento, la prima delle quali si è verificata durante la battaglia a tre tra Kalidou Sow e i professionisti Michal Mrakes e Jason Wheeler.

Nel momento in cui ebbe luogo la mano che segue, Sow era balzato in testa grazie ad un monster cooler su Wheeler e aveva 16 milioni a 60.000 / 120.000 / 20.000, con Wheeler che giocava con circa 6 milioni e Mrakes circa 3 milioni. Tutti e tre i giocatori hanno mostrato un gioco aggressivo e non standard al tavolo finale.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

L’azione

La mano è iniziata con Wheeler che ha rilanciato a 275,000 dal bottone con a 6 . Sow ha chiamato dallo small blind con q j e Mrakes ha completato dal big con k q .

Al flop sono cascati 9 5 9 portando Sow a donkare per 225.000 originando il solo call di Wheeler. 

Sul 2 del turn Sow ha messo ulteriore pressione per 475.000, per il secondo call di Wheeler. 

Un 8 al river ha chiuso la texture del board e i due hanno checkato. 

Concetto e analisi di una storia credibile

Sow stava mixando molto spesso call e three-bet quando Wheeler apriva dal bottone. Questa volta Sow ha scelto di chiamare con una mano solida, portandoci al primo punto interessante nella mano visto che avrebbe dato odds per la action di Mrake.

Mrakes ha scelto di comprarsi un flop ad un ottimo prezzo, nonostante fosse in una posizione ottimale per andare all-in. Forse ha immaginato di avere contro qualcuno che dominasse il suo re-regina ed era più propenso a shovare hittando il flop .

In ogni caso, tutti missano il flop, ed è qui che le cose iniziano a farsi divertenti. Sow decide di uscire con una puntata molto piccola di circa un quarto del piatto con regina alta e nessun progetto.

Bluff poker

È una scelta strana perché è improbabile che la sua bet possa vincere il piatto date le fantastiche odds che offre ai suoi avversari di chiamare, e – cosa più importante – Sow non ha molte buone carte per migliorare al turn. Solo un dieci, se non di fiori è meglio, è un vero aiuto per lui, e ovviamente ce ne sono solo tre nel mazzo. Una donna o un jack potrebbero essere dominate.

Questa giocata potrebbe andare meglio se Sow avesse una maggiore possibilità di migliorare il suo punto, in modo da poter continuare a semi-bluffare e avere la possibilità di presentarsi con una mano allo showdown.

Così com’è, la scommessa costringe Mrakes a giocare piuttosto face-uppato, poiché non può continuare a chiamare a cuor leggero con il suo short stack e con Wheeler che deve ancora agire. Mrakes infatti giustamente passa e Wheeler è evidentemente un non credente, visto che chiama con asso-alto!

Sow insiste sulla storia credibile

Sow ci riprova al turn, ma ancora una volta lo fa uscendo molto piccolo. Wheeler, dal canto suo, chiama di nuovo su una carta relativamente morta, vedendo atterrare al river l’ 8 che completa un backdoor di colore, così come le scale che si chiudono con 7x-8x.

Ora Sow deve decidere se continuare a barellare in bianco rovinato. Sfortunatamente per lui, però, è un po ‘difficile continuare a sparare con questo runout. Cosa ha rappresentato fino a questo punto? Forse potrebbe avere un trips di nove o scommettere con qualcosa come asso-cinque. Ma davvero poco altro. 

Quali mani che includono quelle carte basse e medie Sow flatta dallo small blind preflop? È difficile pensare a molte combo, specialmente con la quantità di 3Bet che Sow stava effettuando fino a quel punto. E se Sow continua a bettare, essenzialmente vuole rappresentare questo tris di nove. 

Kalidou Sow

La storia non ha abbastanza senso e, forse rendendosi conto di essersi messo all’angolo, Sow si arrende.

C’è una decisione finale interessante dal punto di vista di Wheeler, però, soprattutto dato che ha l’ a su un board dove i cuori sono backdoor. Può trasformare la sua mano in un bluff rappresentando un colore per provare a far foldare assi migliori a Sow. 

Ma Wheeler decide di fare check e presentarsi allo showdown, apparentemente pensando di avere la mano migliore abbastanza spesso contro fiori mancati e bluff casuali.

È piaciuta la decisione di Sow di rinunciare al bluff alla fine perché non ci sono abbastanza mani di valore che rappresenta, ma mostra anche perché è importante avere un piano di bluff concreto dall’inizio.

Se stai per eseguire un bluff multi-street come questo, è necessario pensare a ciò che stai rappresentando e come le carte future influenzeranno la tua storia. Avere carte al turn favorevoli da utilizzare come semi-bluff aiuta, così come aiuta raccontare una storia credibile dalla tua prima decisione preflop in poi.

Tratto da PokerNews per Mo Nuwwarah

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento