Vai al contenuto

Il cofondatore di PokerStars tra gli uomini più ricchi del pianeta

[imagebanner gruppo=pokerstars]Mark Scheinberg, figlio di Isai Scheinberg e cofondatore di PokerStars, è stato inserito nella speciale classifica dei 500 uomini più ricchi del pianeta, stilata da Forbes.

Grazie alla vendita di Rational Group ad Amaya, Scheinberg Junior (che ebbe nei primi anni 2000, un ruolo decisivo nella gestione dello sviluppo di uno dei software più affidabili della storia del poker) può disporre di un patrimonio personale di 4,1 miliardi di dollari, risultando il 405esimo businessman più ricco. Nel mondo del gaming lo precede solo Sheldon Adelson, CEO e proprietario di Las Vegas Sands.

La vendita di PokerStars e Full Tilt si è rivelata un grande affare per la famiglia Scheinberg che, a causa dell’inchiesta negli Stati Uniti sul poker online, non poteva più gestire la prima poker room mondiale negli States.

mark-scheinberg
Il capo della comunicazione di Rational Group Eric Hollreiser e sullo sfondo Mark Scheinberg

Dopo lo stop imposto dallo stato del New Jersey, (giustificato per la presenza come consulente di Isai Scheinberg), la famiglia canadese ha deciso di cedere il controllo di Rational a David Baazov.

Ed ora Mark, single e residente sempre nell’Isola di Man, a pochi metri dalla sede della sua creatura (PokerStars) si gode un patrimonio da far invidia. Per Forbes è anche nella top 10 degli uomini più ricchi del Canada, testimonianza diretta che il poker online può essere un business interessante, se gestito nella maniera giusta…

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.