Vai al contenuto

Mondo Poker: che fine farà il software di Full Tilt? La Francia e la liquidità UE (video), DollaroPoker, l’IPO da 600.000€ Gtd

Ritorna Mondo Poker, la rubrica sulle notizie più hot del mercato del gioco e del texas hold’em: una rapida sintesi, per tenervi informati in pochi minuti, sulle principali news dal mondo del nostro settore. Buona lettura!

FULL TILT: IL SOFTWARE NON SARA’ VENDUTO

La notizia della settimana è che Full Tilt diventerà una skin del network di PokerStars. Nel 2012, Rational Group aveva acquistato la red room ed uno dei software più amati dai giocatori di poker. Gli ultimi rumors rivelano che la piattaforma non sarà venduta, di fatto quindi il sotware sarà ritirato dal mercato, onde evitare di avvantaggiare la concorrenza.

full-tilt

PORTOGALLO: PRIMA LICENZA A MARZO

L’ente regolatore portoghese, SRIJ, ha affermato che la prima licenza del nuovo mercato regolamentato potrebbe essere assegnata a marzo. Sono ben 11 gli operatori che hanno presentato domanda, tra i quali PokerStars, 888, bwin.party ed altre importanti skin del network di iPoker.

IPO 21: 600.000 GTD

Torna uno dei tornei più belli del panorama nazionale con l’Italian Poker Open (IPO) by TitanBet, al casinò di Campione d’Italia dal 2 al 6 giugno. Bella novità con un montepremi da 600.000€ rispetto a quello estivo da 500.000€. Sono già online i satelliti su TitanBet.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

GOVERNO DELLA ROMANIA SU DOLLARO POKER

Tiene banco ancora la vicenda di DollaroPoker. Dopo l’ammissione di impossibilità da parte di Francesco Rodano di poter arrestare la room non autorizzata, sventola bandiera bianca anche l’agenzia governativa per il gioco online della Romania. Il numero uno del Gambling Office, Odeta Nestor, ha ammesso a Gambling Compliance: “non c’è alcuna prova di un legame con ‘Dollaro Poker’ e non è quindi possibile impedirgli di operare”. Sia il governo italiano che quello di Bucarest hanno espresso la necessità di un maggior scambio di informazioni tra i regolatori. A Gambling Compliance, Rodano ha rivelato: “per ottenere un quadro completo su un operatore, è necessario interpellare dozzine di istituzioni estere”. Al momento operano 5 skin sul network di DollaroPoker ma il traffico sembra essere calato nell’ultimo mese: nelle ultime 24 ore il picco è stato di 486 posti occupati ai tavoli. La media è di 475 e questa mattina erano presenti 486 players.

FRANCIA: L’ARJEL FORZA LA MANO PER LA LIQUIDITA’

Dopo il passaggio a vuoto nella commissione dell’Assemblea Nazionale, con l’emendamento sulla liquidità internazionale che non è stato appoggiato dai deputati e sponsorizzato dal Governo, l’Arjel, l’ente che disciplina l’online, prepara il terreno per il voto decisivo in Senato (per poi tornare in AN in caso di esito positivo). Il suo presidente Charles Coppolani (da sempre sponsor del progetto di condivisione con l’Italia e la Spagna) ha voluto pubblicare i video della famosa riunione dello scorso ottobre, con un focus particolare sull’intervento di Christian Eckert, segretario di stato per il budget, che era dichiarato favorevole ad una modifica regolamentare. Il messaggio sembra chiaro, a buon intenditor poche parole…

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.