Gioco legale e responsabile

Curiosità

Daniel Negreanu vende le sue quote per le WSOP ma senza Markup: “voglio il POY”

In un recente video su Youtube, Daniel Negreanu ha messo in vendita le sue quote in vista dei campionati del Mondo a Las Vegas: vuole il titolo di Player of The Year per la terza volta in carriera.

Scritto da
02/05/2019 19:35

2.939


Daniel Negreanu ha deciso di vendere una parte della sua azione in vista della prossima edizione dei campionati del mondo, le World Series of Poker (WSOP). KidPoker ha però spiazzato tutti, perché le venderà senza mark up.

E’ scoppiata di recente una polemica feroce proprio sul mark up di un V-logger, Vibes Moreno. Per chi non fosse esperto, il mark up non è altro che una percentuale del buy-in maggiorato, nella quale i professionisti inseriscono il loro valore da giocatori che lo propongono (quindi la possibilità più alta di poter vincere) ma anche le spese di trasferta.

Sui social la platea di commentatori è molto divisa sul tema: c’è chi sostiene che sia una sorta di scam proposta a persone poco esperte, ma ci sono molti sostenitori del mark up, nel senso che alla fine è il libero mercato a stabilire e quel tipo di offerte non obbliga nessuno ad accettare.

Se un player propone un mark up molto alto e le persone lo acquistano, nonostante tutto, alla fine è una loro scelta. Questo dicono i sostenitori. Ma è consapevole questa scelta l’utente finale sui social? E’ la domanda che si pongono molti pokeristi su Twitter. Non tutti lo capiscono.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

 

Daniel Negreanu si schiera a favore del “libero mercato tutta la vita” ma ha deciso, per non sollevare polemiche, di proporre la vendita delle sue quote senza il mark up. Lo ha dichiarato in un recente video su Youtube.

Daniel ha promesso che giocherà molti eventi delle WSOP quest’estate rispetto all’anno scorso. Giocherà molti tornei low buy-in che, come vi abbiamo spiegato, rientrano nella logica del regolamento del Player of The Year (POY) che premia soprattutto chi ottiene parecchi in the money (va spesso a premio).

“Il mio obiettivo – afferma – è vincere per la terza volta il Player Of The Year”, il pallone d’oro delle WSOP.

 

Negreanu ha spiegato che vuole vendere tre pacchetti diversi: per low buy-ins, medi e alti.

Ha risposto anche a Shaun Deeb che aveva criticato su Twitter in modo aspro vlogger Johnnie “Vibes” Moreno proprio perché aveva proposto un mark up molto alto. Negreanu è stato diretto: “il mercato è libero. Da quando è diventato un concetto così brutto? E’ molto strano per me”.

Negreanu ha detto nel video che venderà le sue azioni a zero markup ai suoi fans, nonostante sia nella posizione di chiederlo ed anche molto alto (senza dubbio ha mercato negli States). Nei low buy-in, ad esempio, i fans possono acquistare quote fino a $100 (per esempio negli eventi da $1.500). Nei medi fino a $500 e negli high roller si fa sul serio (fino a $5.000).

Simili investimenti però, è bene saperlo, risentono della varianza dei tornei: soprattutto per i low buy-in, i field saranno molto estesi con migliaia di giocatori, quindi le aspettative di vincita potrebbero essere non così alte.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento