Vai al contenuto

Fa il botto con Powerball ma brucia 315 milioni

ballas-casino-torneoVincere alla lotteria è il sogno di tutti, eppure non sempre essere baciati dalla dea bendata è salutare: può sembrare paradossale ma negli ultimi anni abbiamo assistito a persone che hanno perso completamente la bussola. Si sprecano anche i casi di vincitori molto sfortunati. Se avete dei dubbi in merito rileggetevi la storia di Jack Whittaker (nella foto in basso) che vinse 315 milioni di dollari, sbancando Powerball, famosa lotteria americana. Andò in tilt e dopo 4 anni dichiarò: “se dovessi tornare indietro, strapperei quel biglietto”.

Jack era il manager di un’importante società di costruzioni, con un fatturato di parecchi milioni di dollari. Viveva nel lusso, circondato da una bella famiglia. Dopo aver incassato la vincita, Whittaker donò 31,5 milioni (!) ad alcune onlus benefiche (e questo aspetto ci conforta, i soldi non sono stati tutti dispersi al vento), essendo un uomo molto religioso. Fondò anche la Whittaker Foundation (per altri 14 milioni). Ma il karma non fu dalla sua parte.

Fin qui tutto bene, ma improvvisamente Whittaker perse la testa, o almeno così sembra: venne arrestato due volte, una per guida in stato di ebbrezza e un’altra per aver aggredito un povero cameriere. E’ stato anche denunciato da una signora, all’ interno di un cinodromo, durante una corsa.

In due occasioni, mentre si trovava all’interno di uno Strip Club, gli vennero rubati dall’auto circa 700.000 dollari (mezzo milione solo la prima volta ma l’esperienza non gli aveva insegnato nulla). In un casinò di Atlantic City perse 1,5 milioni e poi fu denunciato per truffa (legata a due assegni falsi).

La moglie lo lasciò e chiese il divorzio. La sua generosità inoltre purtroppo non gli portò fortuna: passava oltre 2.000 dollari a settimana alla nipote che morì d’overdose, pochi giorni dopo la morte del fidanzato (per gli stessi motivi) all’interno della sua abitazione. Ed anche la figlia, fu trovata priva di vita, per cause ancora sconosciute, pochi anni dopo.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

La fortuna l’aveva baciato sulla fronte, ma con la medesima facilità lo aveva abbandonato in pochi mesi. Dopo quattro anni di baldorie, si trovò senza un soldo, amici e famiglia.

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.