Gioco legale e responsabile

Curiosità

L’ossimoro del poker in crisi in presenza dei record di iscritti previsti nel 2020

Scritto da
17/01/2020 17:22

2.388


Si è appena chiuso un anno molto particolare per quanto riguarda il poker live internazionale. Quali gli scenari per il 2020? L’ossimoro del poker in crisi.

Un 2019 sorprendente, quello che si è chiuso poche settimane fa per tutto ciò che gravita attorno al poker live. 

Le World Series Of Poker della scorsa estate hanno fatto segnare un numero di partecipanti che fatto sbrilluccicare gli occhi agli organizzatori. 

Il clamoroso successo del Main Event WSOP

Basti pensare al solo numero dei partecipanti del Main Event WSOP: un esercito di 8.569 players ha letteralmente preso d’assalto le casse dove era possibile effettuare la registrazione. 

La legislazione anti-poker messa in atto dalle cariche più alte tra quelle che seguono la regolamentazione del gaming negli Stati Uniti, sembrava destinata ad affossare definitivamente un comparto, quello del poker, appunto, che negli anni precedenti aveva permesso la distribuzione di fondi importanti ad altri settori dell’economia americana, attraverso i tributi provenienti dal gioco d’azzardo. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Una buona parte degli Stati sembrerebbe però fare marcia indietro, probabilmente attratti da quel gettito che ora non c’è più e che sembrerebbe diventato all’improvviso la panacea dei mali di ogni territorio. 

Gli ultimi 5 anni hanno ribaltato completamente il pensiero di chi credeva in una morte pressochè istantanea del Texas Hold’Em. 

Al Main Event i numeri sono sempre cresciuti dal 2015 a questa parte, lo specchietto seguente potrà rinfrescarvi la memoria. 

Liquidità vs freni legislativi

Dall’altra parte della medaglia vi è una situazione economica meno difficile di quella che sussiste in altre parti del mondo e questo è comunque un moltiplicatore per il numero degli iscritti. 

Va da sè che la liquidità, da che mondo è mondo, genera liquidità, per cui ogni giocatore che è disposto a mettere più soldi nel piatto, o, se preferite, a iscriversi a più tornei, attira anche il giocatore occasionale attratto, a sua volta, proprio dal montepremi che, gioco forza, aumenta. 

Per questi motivi, Mo Nuwwarah, apprezzato cantore delle dinamiche pokeristiche moderne, ha scritto su Pokernews che prevede un totale di iscritti al Main Event WSOP ancor superiore rispetto a quello del 2019, anzi, si punta addirittura al record storico, per ora facente capo alle 8.773 stabilito nel 2006.

Staremo a vedere! 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento