Gioco legale e responsabile

Curiosità

Siete pokeristi appassionati di Risiko? Ecco perché avete skill!

Ci sono parecchie affinità tra i giocatori di Poker e Risiko e anche il gioco ha delle caratteristiche comuni. Basti pensare che un campione del mondo alle World Series Of Poker, lo è stato anche di Risk! Se siete bravi, ecco il perché.

Scritto da
15/05/2021 17:00

576


Risiko

Risiko e Poker

Le similitudini tra Risiko e Poker

Lo scorso fine settimana, il mio gruppo di amici ha deciso di saltare il nostro solito home game di poker in favore di una serata di giochi da tavolo. 

Abbiamo giocato a Risiko, il gioco del dominio del mondo. 

Il Risiko, o Risk se preferite

Non sto esagerando quando dico che 20 anni fa o giù di lì abbiamo giocato ogni sera per buona parte dell’anno.

Molto tempo fa ho rinunciato ai miei sogni di conquista globale e li ho scambiati per andare alla ricerca della gloria del poker. 

Tuttavia, è stato divertente giocare di nuovo, e devo ammettere di essere rimasto sorpreso dalle somiglianze che ho notato tra i tornei di poker e Risiko, tanto che ho deciso di scrivere un pezzo.

Idealmente, avrei consultato il campione del Main Event delle World Series of Poker 2015 Joe McKeehen per discutere di questo articolo. 

Dopotutto, è stato il campione del mondo di Risk ( il corrispettivo anglosassone di Risiko ) nel 2010 dopo aver vinto il Risk Annual Classic.

Lo ammetto, però, non gliel’ho chiesto. 

Detto questo, McKeehen mi ha dato qualche consiglio quando ho pubblicato una mia foto mentre giocavo a Risk su Facebook.

Prendine uno più grande,” mi consigliò. “Eserciti, cavalieri e cannoni sono orribili.

Come tanti giocatori home gamer di poker, siamo inclini a creare le nostre regole o a modificare quelle esistenti per rendere il gioco più adatto alle nostre caratreistiche. 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Questo è il mio disclaimer per tutti i puristi del Risiko che potrebbero dire: “Ma non è così che si gioca“. È come l’abbiamo sempre fatto da bambini, quindi lo teniamo così.

Detto questo, ecco alcune lezioni che ho imparato giocando a Risiko che ho capito possano valere anche per il poker.

Gioca le carte che ti vengono distribuite.

All’inizio di una partita di Risiko, ogni giocatore lancia un dado per determinare chi inizia per primo. 

Nella nostra partita a cinque giocatori, ero io. Per determinare da quali paesi iniziamo, li assegniamo casualmente pescando a turno una carta-paese. 

La casualità determina, quindi, da dove cominciare.

Proprio come nel poker dove devi ottenere il meglio dalle carte che ti vengono distribuite, nel nostro gioco a Risiko dovevi sfruttare al meglio i territori assegnati in modo casuale. 

Fortunatamente, ho avuto una mano forte con cinque paesi nella regione Asia-Pacifico. 

Come qualsiasi fan di Risk può dirti, avere un punto d’appoggio in Australia, è un ottimo modo per iniziare la partita (per coloro che si chiedono perché, è il continente più facile da controllare nel gioco).

La lezione appresa è che non ha senso lamentarsi delle carte, devi solo sfruttare al massimo quelle che hai. 

In termini di Risiko: quando la sorte ti offre la Kamchatka, carica i tuoi eserciti e dirigiti verso l’Alaska.

Conosci i tuoi avversari

A un tavolo da poker vuoi identificare i giocatori che sono inclini a darti problemi. 

Vuoi capire chi gioca veloce e forte e chi mostra un’aggressività costante. 

D’altro canto, vorresti anche trovare i giocatori deboli e inesperti e attaccarli.

Nella nostra partita, il mio amico Chris è un jolly. 

È aggressivo e ti attaccherà per nessun altro motivo se non per il fatto che hai troppi paesi o eserciti. 

Come un giocatore LAG nel poker, volevo evitare un grande scontro con Chris fino a quando non avessi avuto i soldi.

Fortunatamente, Chris ha “virato” per il Nord America, che era sul lato opposto del tabellone. 

Ho rapidamente spazzato via i suoi pochi soldati solitari nelle vicinanze  dei miei territori, per poi sferrare un attacco imprevedibile e altamente improbabile.

In qualità di due eserciti più potenti sul tabellone, avevamo un tacito accordo di prendere di mira i giocatori più deboli, non diversamente da come fanno due chip leader che si “rispettano” fino a quando non è proprio più possibile evitarsi (che è quello che io e Chris abbiamo finito per fare, a proposito).

Presta attenzione alle dinamiche di gioco

Nei tornei di poker, i bui e gli ante continuano a salire, il che, automaticamente, forza l’azione. 

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Allo stesso modo, nel Risiko i giocatori scambiano le carte per gli eserciti. 

Più carte vengono scambiate, più eserciti vengono assegnati. 

Ad esempio, il primo giocatore a commerciare riceve quattro eserciti extra, il secondo sei eserciti il terzo otto eserciti e così via. 

Alla fine, le permute arrivano fino a 50 eserciti, il che si traduce in grandi oscillazioni di potere.

Dato che sono stato il primo ad agire e ai giocatori è richiesto di scambiare quando hanno cinque carte in mano, sarei stato costretto a scambiare per primo, aprendo così la porta ai miei avversari che avrebbero ricevuto più eserciti. 

Questa era una dinamica di cui dovevo essere consapevole e adattare il mio gioco di conseguenza.

Per me, è stato come essere vicino alla bolla con lo stack più corto. 

Dovevo costantemente prestare attenzione agli stack e alla posizione (per così dire), per non commettere l’errore cruciale.

Scegli i tuoi punti

Date le informazioni di cui sopra, ho rapidamente compreso che l’unico modo per me di vincere la partita di Risk, era quello di fare una mossa contro un giocatore inesperto che giocava alla mia sinistra. 

Aveva cinque carte e avrebbe dovuto scambiare. 

Tuttavia, sono stato il primo ad agire, ho scambiato per primo e ho preparato i miei eserciti per la guerra. 

Stavo per andare all-in per attaccarlo e, se avessi avuto successo, avrei vinto le sue carte.

Non è diverso dall’essere nel cutoff con uno stack corto e attaccare un altro short-stack.

Dovresti semplicemente fare una mossa per cercare di raccogliere quelle preziose chips.

Nel poker, sapere quando fare all in e contro chi è un’abilità fondamentale. 

È lo stesso in Risk, quando devi determinare non solo chi attaccare, ma anche trovare il momento giusto per farlo.

Conclusione: Risiko e Poker non sono così lontani

Ho finito per vincere la nostra partita conquistando il mondo, ed è stato bello. 

Non proprio come “vincere un torneo di poker“, ma comunque piacevole.

Non ho potuto fare a meno di percepire che quello che ho imparato nel poker mi ha aiutato a conquistare la vittoria, e forse quello che ho imparato da Risk tanti anni fa mi ha aiutato nel poker.

Le strategie e le lezioni che impari nel poker hanno applicazioni di vasta portata fuori dal tavolo. 

Alcune si applicano ad aspetti più ampi della vita, come il rischio di impresa e la gestione del bankroll, mentre altre possono essere utilizzate per qualcosa di così modesto come un gioco da tavolo.

Articolo scritto da Chad Holloway per PokerNews