Gioco legale e responsabile

Live

EPT Barcellona 2018 HR: dealer sbaglia, il floorman annulla la mano. I pareri dei pro

Durante l’High Roller dell’EPT Barcellona 2018, il dealer commette un errore mescolando le carte a mano non ancora chiusa. Il floorman decide di dividere il piatto tra Kristen Bicknell ed Enrico Coppola: decisione corretta? Non per tutti.

Scritto da
24/08/2018 22:30

7.480


Mano controversa all’EPT Barcellona 2018, più precisamente in quell’High Roller in cui Dario Sammartino potrebbe regalarci delle belle soddisfazioni. Lo fa notare PokerNews.com, come sempre cantore ufficiale delle gesta dei player impegnati negli eventi targati PokerStars.

La mano ha visto coinvolti tre giocatori: Louis Nyberg, Kristen Bicknell e l’italiano Enrico Coppola. Vediamo che cos’è successo.

EPT Barcellona 2018 Kristen Bicknell

Kristen Bicknell

 

EPT Barcellona 2018, Nyberg vs Bicknell vs Coppola: la mano controversa

Siamo al quarto livello di gioco (bui 200/400/400) quando Nyberg apre il gioco rilanciando da UTG. Coppola chiama, la Bicknell controrilancia dal bottone e soltanto l’italiano si appoggia, per un pot che dovrebbe essere conteso in heads-up.

Usiamo il condizionale, perché il dealer evidentemente distrattosi spalma il deck sul tavolo, come se il piatto si fosse già concluso, con il risultato che le carte già gettate nel muck vengono confuse insieme con le altre.

A questo punto viene chiamato il floorman, che inizialmente spiega al dealer di mischiare nuovamente il mazzo in attesa di ulteriori istruzioni. Dopo qualche minuto, il floorman sentenzia: piatto terminato ed equamente condiviso tra la Bicknell e Coppola.

Vuoi vedere la diretta dell’European Poker Tour: iscriviti al gruppo Facebook PokerStars Players

I pro player si dividono

Subito la mano fa il giro dei social network e si scatena il dibattito. Tra i primi a rispondere c’è Kenny Hallaert, pro player che da poco ha cominciato a lavorare anche come tournament director, che spiega come “secondo le regole della Tournament Directosr Association (PS ha le sue regole, ma sono molto simili) andrebbero mischiate le carte, cercando di evitare il più possibile quelle già foldate, per poi distribuire il flop.

Tuttavia, Hallaert faccia notare come “PokerStars non vuole che le carte già gettate nel muck finiscano sul board, quindi ci sarebbe da discutere”. Non la pensa così Ari Engel, che però è estremamente ermetico: “Non mi sembra la decisione corretta”.

Anche Dave Mock ritiene che il chop non sia giusto e che si sarebbe potuto mescolare il mazzo e giocare la mano. Ryan Beauregard, Director of Poker Operations al Wynn di Las Vegas, aggiunge: “Avevano visto giusto la prima volta: mescolare e far proseguire la mano”.

Chi invece è d’accordo con la decisione del floorman è Bill Perkins. “Per evitare anche la più remota delle collusion, penso sia una decisione giusta, anche se non la difendo a spada tratta”. Sulla stessa falsariga Mike Dentale: “Se il dealer ha mescolato le carte vive con quelle del muck, la decisione è corretta”.

Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

Che cosa dicono le regole del TDA?

PokerNews conclude l’articolo citando le regole della Tournament Directors Association in casi simili:

35 D: In caso di action significativa, non è possibile dichiarare misdeal; la mano deve continuare (vedi regola 36).

36: Azione Significativa (SA). Un’azione significativa può essere A) 2 azioni di qualsiasi tipo in un turno, in cui in almeno una ci siano delle chip che finiscono nel piatto (cioè qualsiasi 2 azioni a parte 2 check o 2 fold) o B) qualsiasi combinazione di 3 azioni in un turno (check, bet, raise, call fold). I bui non contano come SA. Vedi regole 35-D e 44-B.

In questo caso, è evidente come si rientri nell’esempio B della regola 36, perciò secondo le norme della TDA la mano avrebbe dovuto proseguire.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento