Gioco legale e responsabile

Live

Galfond Challenge: Actionfreak annichilito, perde sfida e side bet

Dopo tutta una serie di saliscendi durati  la bellezza di 15.000 mani e un mese esatto, la seconda sfida della Galfond Challenge si è chiusa ieri. 

Scritto da
27/05/2020 18:10

1.535


CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

Galfond si porta a due vittorie e zero sconfitte

È terminata la notte scorsa la seconda sfida che Phil Galfond ha lanciato ai suoi avversari per lanciare, così ci siamo pure ripetuti, la sua poker room, RunItOnce Poker. 

L’americano è adesso due su due, un po’ come James Harden o Steph Curry quando si presentano in lunetta per realizzare i loro tiri liberi. 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Il secondo sigillo è arrivato ai danni del talentuoso giocatore greco Ioannis “ActionFreak” Kontonatsios, da molti indicato come l’avversario più ostico dell’intero ventaglio di pretendenti. 

Un trionfo annunciato alla seconda della Galfond Challenge

Diciamocela tutta, la vittoria contro il suo secondo rivale è stata decisamente più semplice rispetto a quella pirotecnica e per certi versi drammatica contro “VeniVidi”, sconfitto all’esordio proprio nelle ultime mani dell’ultima sessione. 

Tranne qualche giornata di down, Galfond ha sempre condotto le danze dall’inizio alla fine, complicandosi la vita proprio nel finale, ma gestendo alla grande un risultato che nel complesso è parso meritato. 

All’ultima giornata di gioco Galfond si presentava con un margine a favore di 237.000 Euro e la perdita del final day di €123.000, non ha fatto altro che scalfire il suo profitto. 

Onore delle armi

Dal canto suo il giocatore europeo ha dimostrato una certa solidità mentale e non si è scomposto nemmeno quando, in ben due occasioni, è sceso sotto la soglia dei €400.000 di passivo, riuscendo nel complesso a limitare i danni. 

Galfond aveva dichiarato prima dell’ultimo giorno che non vi fosse alcuna possibilità di perdere la sfida, poiché se si fosse accorto che durante la prima parte delle 1.000 mani che dovevano essere disputate le cose avessero preso una brutta piega, non avrebbe impiegato molto tempo a cominciare a foldare i pot più profondi. 

E così è stato. 

La vittoria di Galfond è costata al giocatore greco una somma pari a €114.803 più la side bet di €150.000 programmata in partenza. 

Ecco qualche mano delle giornate conclusive:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento