Gioco legale e responsabile

Live

Sempre bello rivederla: poker vs poker… ma Robl era stato avvertito!

Scritto da
22/11/2019 14:30

4.846


La nostra rubrica che ripercorre le mani storiche che più hanno segnato il poker moderno, si ferma oggi a mettere in evidenza quello che è considerato “il” cooler per eccellenza, quello tra Lewis e Robl.

In ordine, Helppi, Lewis, Robl e Timoshenko

Mano storica

Nelle vostre navigate sul web da ricercatori seriali di mani spettacolari, vi sarà sicuramente capitato di incappare in questo groviglio di trappole e contro trappole che Robl e Lewis provano a tendersi l’uno con l’altro sicuri del vantaggio del loro punto.

La curiosità che vogliamo aggiungere e che vi invitiamo a notare, che ci scuserete per il suo carattere puramente gossiparo e di una frivolezza sconcertante, è il goffissimo crollo delle chips Robl nel momento in cui decide di fare action pre flop…

Quasi un presagio, una specie di consiglio degli Dei del poker che provano, in un ultimo disperato tentativo, di evitare al giocatore statunitense una fine disastrosa. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Apre Lewis, chiamano Robl e “Timo”

La mano si gioca al tavolo televisivo del Party Poker World Open VI e i protagonisti principali sono Tony Lewis ed Andrew Robl, Timoshenko uscirà dal colpo al flop.

 

Da bottone è Lewis ad aprire il colpo a 8.000 con q q , chiamato da Robl sullo small blind con una coppia di 9 e da Timoshenko sul BB, anch’egli con una coppia, 2 2 .

L’azione al flop è subito aggressiva. Robl donka con il suo full, Timoshenko va giustamente via e Lewis è bravo a captare che il suo avversario ha un buon punto in mano e sale subito per costruire il piatto dell’anno. 

La prima trappola

Il primo tentativo di “trappola” arriva proprio da chi, tra i due, ha il punto peggiore, Robl, che tutto può pensare tranne di essere drawing dead. E arriva il suo call.

Il 5 atterrato al turn, totalmente ininfluente, non scoraggia Lewis che che fa circa 3/5 pot dopo il check del suo avversario, Robl si sente ancora buono e continua a chiamare. 

Il river è pazzesco. Un altro 9 scende per la felicità, piuttosto breve per la verità, di Robl. 

Le probabilità

La probabilità in termini percentuali di chiudere un poker al flop è di circa lo 0,24%, una su 408.

Ora, se siete dei bravi matematici, provate a pensare quante probabilità ci siano perchè ben due giocatori chiudano entrambi un poker nella stessa mano, noi ci abbiamo rinunciato.

Il resto, godetevelo. 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento