Gioco legale e responsabile

Assopokerista · Psicologia

Il poker e la ricerca della strategia ottimale

Scritto da
03/09/2015 18:03

12.876


Tom Dwan lo sa bene: per eccellere nel poker bisogna andare oltre gli schemi di gioco consolidati. Se infatti, citando il nostro “scienziato“, “il giocatore vincente non appartiene alla massa, ma vince soldi alla massa” è anche perché non si accontenta di soluzioni precostituite, magari dettate da altri e generalmente considerate valide.

tom-dwan

Al di là di quella che potremmo chiamare predisposizione naturale al gioco, capace di far raggiungere a poco più di un pugno di persone l’eccellenza assoluta, ciò che fa davvero la differenza fra un giocatore costantemente vincente ed uno sensato ma statico, destinato nel tempo a finire preda dei più abili, c’è piuttosto la costante volontà di mettere tutto in discussione, anche quello che si tende a dare per assodato.

Chiunque ha insomma ampio margine per migliorarsi come giocatore, non solo da un punto di vista tecnico, ma solo una percentuale di questi si applica per farlo davvero.

Il motivo ce lo spiega proprio Tom Dwan: “E’ molto comune imbattersi in players che sviluppano una strategia che considerano giusta. In effetti, questa magari può non essere poi tanto male, ma non rimettendola mai in discussione di fatto stanno rinunciando a perfezionarsi, così che quando gli avversari l’hanno intuita cominciano a perdere”.

Mohammed Alì non avrebbe saputo fare di meglioLa nostra naturale pigrizia, o meglio il nostro bisogno di minimizzare gli sforzi, ci fa vedere in una soluzione precostituita qualcosa di rassicurante, un punto fermo a cui riferirsi, che di fatto ci semplifica una scelta e quindi la vita, donandoci inoltre la convinzione di fare la cosa giusta.

Questo nel poker talvolta si riflette in assoluti da cui i giocatori più abili certamente rifuggono. Non ci sono allora mani che sempre si 3-bettano o con cui sempre dobbiamo andare all-in preflop, così come non c’è un solo modo di giocare sempre un set floppato piuttosto che un importante combodraw.

Esistono sicuramente delle linee di gioco standard ed altre meno, ma mantenere sempre un buon feeling con la situazione specifica che si sta vivendo è essenziale per elaborare il più possibile una strategia di gioco che sia sempre ottimale, in cui ci si domandi sempre quale sia la cosa migliore da fare: questo indubbiamente richiede maggiori e costanti sforzi, ma col tempo porta anche a migliori risultati.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento