Vai al contenuto

Bwin.it: il poker diventa reality

Per annunciare l’entrata nel mercato italiano del poker ha scelto un palcoscenico straordinario: lo stadio di San Siro! Bwin, colosso austriaco del gaming e partner commerciale del Milan, ha fatto il suo trionfale ingresso ufficiale con una particolare "mano" di poker, probabilmente da guinness dei primati: a ciascuno degli oltre 50.000 spettatori è stata consegnata una scheda con due carte assegnate. Al centro del campo, poi, sono stati girati dei giganteschi flop, turn e river. I vincitori hanno poi ricevuto simpatici premi.

Una presentazione coi fiocchi quindi, per una room che si annuncia come portatrice di un nuovo standard qualitativo nel poker online: l’engine P5, sviluppato per Bwin dalla piattaforma Ongame, permetterà infatti circa 3000 tornei al mese, e la possibilità di accogliere fino a 200000 utenti simultaneamente.Inoltre, è previsto il lancio di 8 skill games che andranno ad aggiungersi al poker, al solitario, al backgammon, al black jack e ad una corsa di macchine.

Ma la novità più intrigante è senza dubbio "Bwin Poker Island", un reality show che coinvolgerà 20 giocatori (qualificati online negli appositi tornei satellite già in programma) che vivranno per un periodo ad Ibiza, tra mare, poker e telecamere. Il vincitore del reality parteciperà poi al prossimo Aussie Millions, il prestigioso evento in programma a gennaio in Australia.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

 "Siamo molto soddisfatti della nostra nuova proposta con la quale sbarchiamo sul mercato del poker in Italia", afferma il nuovo Ceo Italia Umberto Pieraccioni, che prosegue "La nostra voglia di stupire si è realizzata questa volta su tre direzioni. La prima con il reality show "Poker island", il primo in assoluto di questo tipo proposto in Italia. La seconda con quella che si può definire la più grande partita di poker mai giocata, visto che coinvolge un intero stadio. La terza, per la quale ringrazio personalmente il Milan, è data dalla maglia "unique edition" (foto in alto) dedicata all’evento, con la quale il Milan gioca oggi (domenica, ndr)".

Antonio Costanzo, ex direttore di Sport Italia e adesso responsabile degli affari istituzionali di Bwin, ha invece spiegato: "La nostra azienda punta molto sul mercato italiano che è uno di quelli con la maggiore crescita a livello mondiale. E proprio vista l’importanza di questo mercato siamo molto attenti verso il problema del gioco compulsivo. Ricordo infatti che Bwin è stata la prima azienda a porre dei limiti di versamento sui conti di gioco ed in generale i nostri utenti praticano il gioco in maniera assolutamente tranquilla, controllata e con l’obiettivo del divertimento. In tal senso basti pensare che in ambito internazionale i nostri utenti effettuano versamenti medi di 70 euro".

 

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI