Vai al contenuto

Chris Moorman: “Online sono un passo avanti a tutti!”

“E’ stato uno dei migliori nel poker on line, ma ora è finito… ha fatto il suo tempo, il gioco si è evoluto e lui non ha retto il confronto con le nuove leve del poker”. Non stiamo parlando di Phil Hellmuth o magari Doyle Brunson: ad essere messo in croce dall’intervistatore di Bluff Magazine è l’appena 25enne Chris Moorman, noto online come “Moorman1”.

Naturalmente è solo una provocazione, in quanto il talento di “Moorman1”, attualmente Pro della Doyles Room, è assolutamente fuori discussione. Grinder per eccellenza dei tornei MTT, capace di vincere oltre 7 milioni di dollari nei soli tornei in rete e detentore di ben 11 Triple Crown, questo player inglese fa parte di una schiera di pochi eletti nel mondo del poker.

Tuttavia, a causa di un lungo periodo di downswing che ha afflitto Chris Moorman nell’online, i fans e qualche collega Pro lo hanno già dato come player finito. “Alle persone piace spararti addosso, ma io me ne frego e mi godo la sfida”, dice Moorman con la consapevolezza di chi sa di essere il migliore.

“Mi sento ancora al top e la maggior parte delle volte che gioco non ho paura di nessuno! Raramente mi è successo di guardarmi intorno e pensare che forse non sarei stato io a vincere, come ad esempio l’anno scorso alle WSOPE, quando ero al tavolo live con gente come Isildur1 e Yevgeniy Timoshenko.

Oggigiorno nell’online ci sono sempre meno fish e tanti regulars capaci, e io non riposo sugli allori. Lavoro sulla strategia, ad esempio saper cambiare marcia appena prima che l’avversario individui il tuo stile di gioco e vi si adatti, per me è fondamentale… significa essere sempre un passo avanti.”

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Chris Moorman è un eccellente player nell’online ma, a parte un 7° posto all’Aussie Millions di quest’anno, i risultati nel live lasciano un po’ a desiderare. “Quando giochi online sei da solo nel tuo piccolo mondo e a certi livelli bene o male lo stile di gioco è simile a quello degli altri, quindi prevedibile… giocare a poker live è diverso. Al tavolo trovi di tutto, cambiano le dinamiche e le strategie del poker online non funzionano più dal vivo.

Tuttavia all’Aussie Millions è stato fantastico, avverti la presenza del pubblico, tutti che fanno il tifo, ti fanno sentire al centro dell’attenzione… è una sensazione bellissima… Sono cinque anni che mi sto riscaldando per vincere finalmente un braccialetto WSOP. All’inizio, ogni volta che andavo a Las Vegas ero fuori di me dalla gioia, sedere accanto a Pro che avevo visto solo nei programmi di poker in tv era incredibile. Mi bastava solo esserci. Oggi invece voglio di più… voglio vincere!”

Chris Moorman è da poco reduce dalla vittoria di circa 250.000 dollari in un torneo online, tanto per chiudere la bocca ai suoi detrattori. Per quanto riguarda il gioco dl vivo, “Moorman1” sembra carico al punto giusto per affrontare le WSOP e realizzare il sogno del braccialetto. Con quello al polso, nessuno potrà più criticarlo.