Vai al contenuto

Il ‘Grande Vecchio’ scommetterà 100 milioni contro il poker online

Sheldon Adelson, una ne pensa e 100 ne fa. Il magnate di Las Vegas Sands, nemico giurato del poker online, dispone di un bankroll infinito in questa guerra santa (per Forbes il suo patrimonio netto è cresciuto a 31,6 miliardi di dollari) ed è disposto a finanziare per 100 milioni, le elezioni politiche di medio termine al Senato USA.

Nel 2012, investì 150 milioni nella causa repubblicana alla “Casa Bianca”: soldi che sono andati in fumo con la vittoria di Obama.

La sua azione di lobby è chiara: fare in modo che i conservatori riescano ad avere la maggioranza in Senato per preservare il suo core business (casinò live) e vietare il gioco online, attraverso la pubblicazione di una legge di revisione del Wire Act.

Un’interpretazione da parte del Dipartimento di Giustizia sui divieti sulle scommesse telematiche, permette agli stati di poter offrire poker e casinò sul web. In poche parole, il DoJ ha bocciato solo il betting.

Adelson si sta muovendo sullo scacchiere di Washington per ottenere una maggioranza che possa approvare una legge federale contro l’e-gaming.

sheldon-adelson

Sheldon Adelson gioca a poker contro gli squali di Wall Street che hanno investito nel poker online statunitense

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Attraverso della associazioni di comodo non profit (secondo una ricostruzione del blog online Daily Beast), il Grande Vecchio riesce a garantire al partito repubblicano 100 milioni di dollari, senza comparire. Aldeson è pronto a combattere una guerra sotterranea.

Sarà curioso capire cosa penseranno i players che ancora vanno a giocare al Venetian e pagano ogni giorno il rake a Adelson?

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.