Vai al contenuto

Koray Aldemir: “Holmes avversario durissimo, ha tirato fuori il meglio da me”. E sul tanking…

Koray Aldemir ha un po’ tutto per piacere a tutti. Talento consolidato, sensazionale performance, ma anche una faccia pulita e un registro comunicativo onesto e convincente. Il neo campione del mondo del Main Event WSOP 2021 ha dimostrato ulteriormente quest’ultimo aspetto in un lungo post di ringraziamento pubblicato su Twitter, che andiamo a tradurre per voi.

Koray Aldemir parla “a braccio” del Main Event su Twitter

“Tutti i componenti del final table sarebbero stati dei degni campioni”

Ok, e ora un po’ di pensieri sparsi. Prima di tutto, vorrei sottolineare quanto siano stati grandiosi tutti, sia chi ha partecipato al tavolo finale sia quelli che lo hanno solo sfiorato, senza eccezioni. Ho avuto modo di parlare brevemente con quasi tutti e tutti provavano a godersi il momento, nonostante la pressione e l’unicità della situazione e sempre mostrando estrema sportività. Ognuno di essi sarebbe stato un grande campione, secondo me.

Aldemir su George Holmes: “durissimo da giocarci contro, ha tirato fuori il meglio da me”

George è stato un fantastico avversario, come probabilmente avrete notato. Estremamente amichevole fuori dal tavolo ma super duro da giocarci contro. Posso dire con certezza che ha tirato fuori il meglio di me per batterlo, in un sacco di mani.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il tanking al final table: “siamo esseri umani, non personaggi inventati”

Capisco il punto di vista di molti spettatori (e anche commentatori) che non hanno gradito il molto tempo che alcune decisioni hanno richiesto, e mi spiace per avere in tal modo inciso negativamente sulla loro esperienza. Però suggerirei di provare a capire e ricordare che non siamo personaggi di finzione in una serie tv, ma persone reali impegnate a prendere sul momento decisioni di quelle che cambiano la vita, anche essendo sotto pressione e fisicamente logori. Un singolo piatto raisato in heads up spostava cifre a 5 zeri, andare allin pari stack spostava 3,5 milioni, e se permettete nessuno vorrebbe commettere un errore (o regalare chips) in quello spot.

La soluzione di Aldemir al problema tanking

In generale sono assolutamente d’accordo con chi pensa che il “tanking” sia un problema nel poker live. Io una soluzione ce l’avrei ed è quella di introdurre un controllo del tempo di gioco, come quasi ogni altro sport o competizione professionistica. Per quello che può valere, lo dico da anni.
Ci sarebbero diversi modi per farlo, il più immediato dei quali è l’introduzione di timebank per ogni singola mano, o ancora meglio una soluzione del tipo il clock che si usa negli scacchi. Sarei felice di partecipare a una discussione del genere e scrivere un parere più dettagliato qualche altra volta (oddio, sto tankando io qui?)

Comunque, ancora una volta, sono stati dei giorni pazzeschi. Ancora non sono riuscito a leggere tutti i messaggi, è una cosa bellissima. Grazie ancora una volta per tutto questo. Ma soprattutto, per adesso basta così: è tempo di andare a festeggiare!!! 🎉🎉🎉

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".