Vai al contenuto

Sorel Mizzi sospeso da pokerstars!

Ci e’ ricascato. E bisogna dire che questa volta ha probabilmente pagato piu’ per la non limpidissima reputazione, che per la reale gravità di quanto commesso. Sorel “imper1um” Mizzi, 22enne canadese fortissimo giocatore sia live che online, ricade in un provvedimento restrittivo da parte di una room. Era poco meno di un anno fa, quando venne beccato insieme a Chris Vaughn, allora giornalista di Bluff Magazine, in una goffa vicenda di "account selling" su full tilt: Vaughn, giunto agli ultimi 3 tavoli (e 24 giocatori) al torneo domenicale da 1 milione di $ garantito, contatta Sorel per giocare al posto suo il torneo, in cambio di una percentuale sulla vincita. Mizzi accetta, ci prende gusto, e propone a Vaughn di vendergli l’intero account. I due si accordano ma vengono scoperti. Risultato: Vaughn licenziato da Bluff Magazine, Mizzi bannato a vita da Full Tilt.

Ieri invece hanno iniziato a rincorrersi voci insistenti che volevano Sorel bannato a vita anche da pokerstars, room in cui Mizzi gioca col nickname “zangbezan24”.
Visto il crescente tam-tam, il popolare player canadese decide di postare una sua versione ufficiale sul forum americano “twoplustwo”, per smentire quelle che ritiene cattiverie senza alcun fondamento.

Ecco cosa scrive Sorel:
"Mi spiace deludervi, ma sono stato solo sospeso da pokerstars, a causa di un’infrazione minore per cui non credevo neanche di essere punibile, a prima vista.
In pratica è successo questo: mi trovavo all’aeroporto di Barcellona, in attesa del volo per Londra, quando mi accorsi di essere preregistrato ad uno degli eventi WCOOP (il 300$+R Pot Limit Omaha). Essendo il volo della durata solo di un’ora, chiamai un mio amico (che qui rimarrà anonimo) dall’aeroporto, chiedendogli di loggarsi al mio account e giocare l’evento fino a quando io non fossi arrivato all’hotel e non avessi messo a punto la connessione ad internet. In un’ora e mezza infatti ero già pronto a subentrare. Lo chiamai e gli dissi di fare log out, e così entrai e continuai a giocare l’evento.
Questa è stata la prima volta che ho permesso a qualcuno di loggarsi al mio account dal famoso incidente su fill tilt… Non avevo cattive intenzioni e le mie azioni sono state al 100% ragionevoli ed in buona fede.

Sapevo che sarebbe stato più saggio accettare semplicemente di aver buttato 300$. E’ del tutto evidente che pokerstars mi ha mostrato il cartellino rosso perchè ormai mi associano a JJ (JJProdigy alias Josh Field, autore del più famoso tentativo di truffa ai danni di pokerstars, ndr) più di quanto io lo meriti, e questo a causa della storia di Full Tilt….E’ come se stessero aspettando un mio minimo passo falso, e per loro questa cosa delle WCOOP è stata abbastanza per punirmi.

Pokerstars mi voleva sospendere per sei mesi, ma dopo un fitto scambio di email tra me e loro, hanno deciso di ridurre la sospensione a tre mesi.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Anche se non sono affatto d’accordo con questo provvedimento, che penso sia eccessivamente severo date le circostanze, ho apprezzato il fatto che Pokerstars stia rafforzando le regole, e stia facendo la sua parte per salvaguardare l’integrità del poker online."

Fonti ufficiose di pokerstars hanno poi confermato il fatto. Sembra dunque che stavolta sia stata solo un’ingenuità, peraltro incomprensibile se si pensa che un giocatore del livello di Sorel Mizzi, 300$li vince e li perde in una manciata di secondi…

 

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI