Gioco legale e responsabile

Online

Collusion al tavolo finale del Sunday High Roller? Ecco il video-scandalo e i pareri di tre top grinder

Un video che ci è stato fatto pervenire mette in evidenza quattro spot, in cui due grinder hanno una condotta piuttosto sospetta durante il tavolo finale di un torneo domenicale molto importante. Lo analizziamo con l'aiuto di alcuni top grinder.

Scritto da
06/12/2016 15:03

9.240


turitaxy-bipobipobipo

Il fenomeno non è certo una novità, nel poker online. Ma stavolta abbiamo un caso davvero eclatante di sospetta collusion, che ci è stato segnalato e che non possiamo non mettere in evidenza. Il torneo in questione è il Sunday High Roller di PokerStars.it che, come sapete, è tra quelli che prevedono il replay del tavolo finale a carte scoperte, visibili a tutti.

Il torneo è quello del 21 novembre scorso e, paradossalmente, i due nickname indiziati di questa condotta illecita sono terminati rispettivamente al terzo e quinto posto. I sospettati sono “TURITAXY” e “bipobipobipo“.

LE MANI

Le mani incriminate sono in tutto quattro.

  1. Nella prima TURITAXY folda a a sul river 6 3 3 10 7 , dopo avere chiamato preflop e flop, checkato dietro turn e bet/foldato river, con “bipibipobipo” che ha 10 10 e check-pusha river.
  2. Nella seconda, che avviene due mani dopo la precedente, c’è un TURITAXY che manda resti al turn con bilaterale di scala, dopo che “bipobipobipo” punta turn con underpair. Questa mossa fa foldare l’original raiser, che è “BigFish0403” ed è totalmente estraneo a queste condotte, oltre ad essere il futuro vincitore del torneo.
  3. Nella terza mano, c’è l’apertura di un giocatore sul cutoff, la 3-bet da bottone di “bipobipobipo” con AK e l’enigmatico fold sullo small blind di “TURITAXY”, che ha AQ e appena 11 bui.
  4. L’ultima mano sospetta vede infine “bipobipobipo” foldare da under the gun KQ suited, con “TURITAXY” che – guarda caso – ha AK e manda resti.

IL VIDEO

Ecco il video che contiene i 4 suddetti spot:

L’ANALISI

Abbiamo sentito su queste mani alcuni  grinder che non ci stanno a vedere questo tipo di condotte sulle nostre room. Nella fattispecie, parliamo di due decani come Antonio Bernaudo e Rino Fusco, e di una delle nuove leve più interessanti, Eugenio “eugol93” Sanchioni.

Antonio Bernaudo

Antonio Bernaudo

Antonio Bernaudo

“Le mani sembrano tutte al limite del regolamento, ma mi pare abbastanza palese la collusion. Nella prima (AA vs TT) TURITAXY è riuscito, con 24bb, a betfoldare river dopo avere flattato pre. La dinamica sarebbe super standard con trapping range, ma postflop lascia molti dubbi per size ed action.

La seconda (J9 vs 55) è la più clamorosa, a mio avviso, perchè è fatta contro il range percepito di original raiser che quando checka dietro al flop ha spesso middle value, quindi folderà molto spesso su quella action al turn.

Nella terza (AK vs AQ) Turi ha 11 bui e credo sia davvero impossibile foldare. Diverso sarebbe stato con stack più profondi, ma non è questo il caso.

Infine, nell’ultima mano c’è un open fold da utg imbarazzante con KQ. Non può non considerarsi tale, visto che qualche orbita prima (ed è stata inserita nel video) vediamo lo stesso giocatore aprire utg con Q5 suited, mentre stavolta folda con TURITAXY che – stranamente – crusha il suo range.”

Rino Fusco

Rino Fusco

Rino Fusco

Più sfumata la posizione di Rino Fusco, coach di Pokermagia e player peraltro caldissimo, fresco dell’ennesima vittoria nell’Explosive Sunday di iPoker. Non che il giudizio del pro napoletano sia meno severo rispetto ai due e alle “porcate” in generale, ma Rino preferisce fare alcuni distinguo. Trappare AA preflop ci può stare, anche in quella situazione di stack, ma è postflop che non ha assolutamente senso, precisamente il check dietro al turn. Magari è impaurito da qualche 3x nel big blind, ma seriamente quanti 3x può mai avere nel range il terzo giocatore? Pochissimi. Poi sul river dubito fortemente che uno checkshovi con meno di full.

Per quanto riguarda la mano numero 2, devo dire che l’avevo già vista prima che me lo facessero notare alcuni amici. Non l’avevo preso come chip dumping, ma come mossa un po’ rivedibile di un giocatore che avevo segnato come “regtard/fish”, che vuole stealare e si rende conto che deve foldare. Se “bipobipobipo” avesse avuto 200mila allora sarebbe stato dumping al 100%, qui qualche dubbio mi rimane.”

Anche sul terzo spot Fusco ha una visione leggermente diversa, rispetto a Bernaudo: “Se original raiser avesse aperto x2 e “avesse aperto x2 e “bipobipobipo” avesse 3-bettato turn facciamo a 21k, Turi lì avrebbe dovuto pushare. Ma quando OR apre per 3, il range di 3-bet cambia e non può mai essere un 3bet fold. Per questo penso che AQ qui sia al limite, ma non scandaloso come fold. Voglio dire che se PS facesse un’indagine, certamente non lo potrebbe bannare per questa mano.”

Diverso è il discorso sull’ultima mano incriminata, che davvero non trova giustificazioni neanche nella valutazione di Rino Fusco: “Se “bipobipobipo” fosse stato reg estremamente in grado, avrebbe potuto ragionare sul fatto che Zawarella potrebbe 3bettarlo atc e, di conseguenza, anche BigFish potrebbe molto spesso. Su questa base, e solo su questa, l’openfold di KQ suited potrebbe avere un senso. Ma non è affatto il tipo di giocatore in grado di fare un pensiero del genere, quindi questo è lo spot più scandaloso di tutti.

Eugenio "Eugol93" Sanchioni

Eugenio “Eugol93” Sanchioni

Eugenio Sanchioni

Eugenio “Eugol93” Sanchioni si trova pienamente d’accordo nel denunciare il fatto, perchè in questi spot “bettano e foldano in spot che non esistono. Si nota chiaramente che le mani sono “acchittate”, anche dai timing. Quella con AQ è una mano al limite, perchè CO apre x3 quindi BTN non 3betterà così light, ma di sicuro non è uno snapfold.

Di sicuro non è uno snapfold KQs con 17x! Lo spot con AA è una simulazione di trapping mal riuscita. Nessuno check/shova river con meno di full, ma TURITAXY dovrebbe sempre bettare turn per poi shovare river su quella texture. La più scandalosa rimane comunque quella di J9 e 55 dove c’è stato un chiaro chipdumping per far risalire lo short che ha danneggiato gravemente tutti gli altri player al tavolo.”.

Sanchioni lancia l’allarme anche per altri tornei “meno visibili”: “se lo fanno anche in tornei dove non c’è il replay, allora è un disastro. Vorrebbe dire potersi raisefoldarsi a turno per chip dumping o squeezarsi quando ce n’è bisogno, in tutta tranquillità”.

L’EV CROLLA, E NON SOLO QUELLO

Il focus del problema si sposta dunque sulla ricaduta economica di questi comportamenti. Per Sanchioni “spostano EV a tutti gli altri presenti al tavolo”. Anche Bernaudo lancia l’allarme: “In un field così esiguo come quello dei 250 queste cose incidono molto sul ROI finale. La cosa che mi preoccupa di più, però, è che così facendo ci saranno meno iscritti e i garantiti caleranno inevitabilmente”. Fusco invece sottolinea un aspetto marginale ma non troppo, ovvero “Ho fatto migliaia di segnalazioni, migliaia. Moltissimi nick sono spariti così come ne sono apparsi altri. Il problema è che anche stare dietro a tutto questo vuol dire togliere tempo al coaching e soprattutto allo studio, e non me lo posso permettere.”

COSA FARE?

Tutti e tre i grinder che abbiamo interpellato credono che l’unica soluzione possibile sia quella di confiscare i fondi, anche se è noto che l’attuale normativa italiana presenta problemi a riguardo. Detto questo, tutti ripongono fiducia totale nella room, che potrebbe aver già preso provvedimenti. Come fa notare Bernaudo, “la security di PokerStars è sicuramente in grado di fermare il problema, quando è così palese. Sarà un caso, ma entrambi gli account sono inutilizzati (secondo Sharkscope)  dal 29 novembre scorso.” Sarà già arrivato il ban?

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento