Vai al contenuto

EPT Super High Roller: Justin Bonomo guida la caccia a 1,64 milioni di euro

Justin BonomoIl grande show del Super High Roller all’EPT Grand Final 2012 è arrivato al suo penultimo atto: rimangono in 8, tra i player che hanno pagato i 100mila euro dell’esclusivo buy-in, in lotta per il primo premio da 1,64 milioni di euro. Liquidato il carneade Talal Shakerchi, chipleader a fine day 1, ci sono praticamente solo “super pro” rimasti in gara.

Al comando c’è un irresistibile Justin Bonomo: Zeejustin ha messo la staffa al day 2 eliminando in nona posizione il russo Anatoly Gortuvoy, la cui coppia di 9 si è infranta contro la Q che ha accoppiato le AQ del giovane statunitense.

In precedenza, Bonomo aveva comunque caratterizzato l’azione nel day 2 di questo torneo per pochi (e ricchissimi) eletti. In particolare, il suo torneo aveva spiccato il volo in una spettacolare mano giocata contro Tom Marchese. Quest’ultimo, suo malgrado, aveva scelto il momento peggiore di sempre per tentare un big bluff: quando il suo avversario aveva appena centrato un poker di 5 al turn!!!

Dopo l’eliminazione di Gortuvoy, cala dunque il sipario sul day 2. Gli 8 protagonisti si ritroveranno oggi per il final day, che prevede “solo” 6 posti al sole. Trattandosi di un torneo da 100.000€, si tratterà di una bolla “pesante”, ma vist i super player di cui stiamo parlando, forse lo sarà più per gli spettatori che per gli stessi giocatori, anche se è difficile immaginare molte persone che possano non essere “scared” di fronte a cifre di questo tipo.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ecco il chipcount

  1. Justin Bonomo4.393.000
  2. Tobias Reinkemeier1.682.000
  3. Daniel Negreanu1.581.000
  4. Bertrand “ElkY” Grospellier1.265.000
  5. Masa Kagawa1.076.000
  6. Jonathan Duhamel654.000
  7. Patrik Antonius338.000
  8. Eugene Katchalov262.000

…ed ecco il payout che verrà assegnato oggi:

  1. 1.640.000€
  2. 1.064.000€
  3. 621.000€
  4. 443.000€
  5. 354.500€
  6. 310.000€
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".