Vai al contenuto

IPT Campione: Mario Adinolfi, Onorevole chipleader!

Mario Adinolfi: blogger, player, deputato e...chipleaderCon i 172 scesi in campo ieri nel day 1B, l’IPT di Campione mette insieme un field da 282 partecipanti. Tutto sommato un buon risultato, visti i tempi che corrono. Ma c’è un altro elemento che rischia di essere la vera grancassa mediatica per questo torneo: un deputato chipleader!

Naturalmente parliamo di Mario Adinolfi, da qualche mese entrato in Parlamento nelle file del PD ed alla prima vera prima pagina pokeristica guadagnata da Onorevole.

Già, perchè Mario è stato capace di accumulare ben 184.900 chips negli otto livelli giocati al day 1B dell’IPT in corso a Campione d’Italia. Per avere un’idea, il secondo nel chipcount (Giovanni Cantatore, ndr) è distanziato di oltre 50mila fiches!

Nulla di particolarmente nuovo, in fondo, per Mario Adinolfi, il cui approccio un pò disinvolto e freestyle viene spesso premiato nel cosiddetto “early stage” dei tornei. La differenza (mediaticamente) pesante è che per la prima volta gli accade da Deputato della Repubbica.

Saranno felici i detrattori del politico-blogger-player romano, che dal suo ingresso a Montecitorio hanno avviato una sorta di campagna denigratoria nei suoi confronti, attaccandosi ora alla sua stazza, ora al look, ora – soprattutto – alla sua passione per il poker. Una passione sempre rivendicata con orgoglio e leggerezza, ma che gli viene rozzamente agitata davanti ad ogni dibattito, discussione parlamentare o articolo che parli di lui.

Adinolfi, qui nel giorno del suo insediamento alla Camera dei DeputatiC’è da immaginare che anche stavolta sarà così, magari anche peggio: in un momento di crisi economica, delle istituzioni e della fiducia che i cittadini ripongono in esse, cosa ci sarebbe di più facile e demagogico di additare il deputato gambler, l’onorevole pokerista che invece di stare in Parlamento gioca i tornei da duemila euro eccetera eccetera?

Comunque sia, Mario ha spalle larghe e “flatterà” anche le facili ironie che la stampa generalista gli potrebbe dedicare quest’oggi. D’altra parte, se Adinolfi non ha vita facile in Parlamento è anche perchè non è un “uomo d’apparato”, e forse in questo c’è qualche similitudine con il mondo del poker, che da sempre lo guarda un pò di sbieco per certe sue giocate un pò (molto) fuori dagli schemi.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Un record pare comunque certo: non si ricordano esponenti politici in testa ad un torneo di poker, nè in Italia nè oltreconfine. A memoria di cronista, si dovrebbe dunque trattare di una prima volta assoluta.

“Ciclone” Adinolfi a parte, la seconda tranche di day 1 a Campione è scivolata via frizzante come sono quasi sempre le fasi iniziali di eventi di questo genere. Fra i vip, si registra il forfait di Luca Pagano, mentre Dario Minieri ha vissuto una nuovo giornata negativa che lo ha visto prematuramente player out. “MrEPT” Bonavena e Massimiliano Martinez invece veleggiano sopra average, e con loro anche i compagni di team Moschitta e Fabretti.

Si nasconde ma è ampiamente della partita anche Oleksii Kovalchuk, che contrariamente alle sue abitudini chiude un pò sotto average, mentre il popolo dell’online è ben rappresentato da elementi come Alessandro Sarro e Vito Planeta. Discorso a parte per Rocco Palumbo, che ormai è hot dappertutto e da tempo non rappresenta più solo “il partito dell’online”: il braccialettato genovese chiude fra i migliori 30.

In totale sono 86, i sopravvissuti a questo day 1B. Tra di essi due sole donne: Elisa Galantini e la solita Carla Solinas, la cui costanza ad alti livelli non fa ormai più notizia. Ecco il top chipcount relativo al day 1B:

  1. ADINOLFI MARIO ITA 184900
  2. CANTATORE GIOVANNI ITA 132000
  3. MAYR ANDRE SVI 131000
  4. ORTOLOMO FABRIZIO ITA 118800
  5. PETRINI SIMONE ITA 112700
  6. PORFIDIA ALFREDO ITA 111400
  7. ANGELUCCI MARCO ITA 109000
  8. KRUSHAROV KRISTIYAN BUL 106500
  9. FACCIOLONGO STEFANO ITAb101500
  10. KULCSAR GERGELY UNG 101300
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".