Vai al contenuto

Marco Perra: “Al tavolo finale a Nova Gorica ho foldato i re…”

Questa settimana prendiamo un caffè con Marco Perra, livornese che lunedì a Nova Gorica ha trovato la vittoria all’evento Planet Poker Live. Per il 29enne, specialista di lungo corso di tornei online, è il primo sigillo live in carriera.

La trasferta

Per iniziare complimenti…

Grazie. Fondamentalmente non ho mai giocato molto live. Quest’anno ho fatto qualcosina in più ma non erano arrivati tanti in the money…

Si può dire che l’attesa sia stata ampiamente ripagata con questa vittoria.

Non avevo programmato questa trasferta, poi ho sentito Domenico ‘domenlan’ Lando che mi ha detto che sarebbe andato a Nova Gorica e alla fine, non più di un paio di settimane fa, ho deciso di salire anche io.

Come è stata la trasferta?

Eravamo un gruppone di dieci-quindici persone. Non mi sono seduto ai tavoli cash game perché personalmente lo trovo un po’ monotono e noioso e quindi preferisco evitare di giocarci.

Il torneo

Veniamo al torneo che hai poi vinto.

Fondamentalmente il torneo è andato quasi sempre bene a partire dal day 1, dove ho hittato abbastanza i board, ho visto carte giocabili e sono riuscito a farmi pagare quando avevo la mano migliore. Al day 2 sono arrivato con 120bb, poi alcune dinamiche mi hanno un po’ portato a soffrire la situazione.

Che è successo?

All’inizio della seconda giornata mi hanno cambiato di tavolo 3-4 volte nel giro di poco, non ho visto carte e non ho hittato i board. Ho dimezzato lo stack ma ero sempre deep. Poi la strada si è messa in discesa.

Come?

Dopo la pausa ho coolerato un paio di volte a favore e ho iniziato a incrementare lo stack fino alla bolla premi dove credo fossi il chipleader per dispersione. Poi ho iniziato a perdere qualche colpetto e sono arrivato al day 3 con circa 35bb se non erro. Ma alla terza giornata ho ingranato subito. Nella prima mano ho settato su pairato trovando il full contro un ragazzo che aveva trips con top kicker. Poi in un altro spot ho settato di nuovo. Ho runnato abbastanza bene incrementando lo stack finchè non sono arrivato al tavolo finale secondo in chips su dieci prima e su otto poi.

Il tavolo finale

Al tavolo finale c’era qualche avversario che volevi evitare?

Per fortuna Domenico Lando e ‘Cifalino91′ sono stati eliminati subito. All’inizio il tavolo finale è stato un po’ un problema perché non ho avuto molte occasioni. Credo di aver giocato alcuni spot un po’ così così perché dato il livello generale del tavolo stavo cercando di combinarne il più possibile. Qualche mano è venuta fuori un po’ storta dato che i miei avversari non stavano giocando troppo e io volevo dare molta action. Poi a un certo punto ‘si è acceso l’account’…

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Che significa?

Che sono tornato a vedere carte giocabili. A 5 left ho spillato una coppia di re da big bilnd su apertura di bottone e shove di small blind. E’ stata la mano che di fatto ha chiuso il torneo. Nella prima fase del tavolo finale in realtà avevo già spillato una coppia di re, ma proprio nel momento in cui ero dovuto scappare al bagno. Che ho foldato i re in sitout me l’ha poi detto un avversario quando sono tornato al tavolo.

Alla fine di questa mano hai pensato che la vittoria fosse in tasca?

In realtà in un frangente del torneo avevo detto a Domenico ‘ci vediamo alla cassa’, mi sembra che fosse a fine day1. E’ che per un giocatore come me passare alla prima con più 100bb è un piccolo miracolo. Credevo che il difficile fosse già fatto.

Festeggiamenti e progetti

Adesso hai intenzione di festeggiare?

Festeggerò come faccio di solito, andrò a cena fuori con gli amici e comprerò qualcosa. Sono contento del primo shippo live, ma alla fine questo è il mio lavoro e devo anche essere abituato a vincere.

Questa vittoria cambierà qualcosa lato poker?

Non credo che lato pokeristico cambierà qualcosa. Di fare trasferte live avevo già l’intenzione, ora la differenza è che sono più comodo di prima. Ma non credo che mi vedrete al Main EPT di Praga perché al momento sarebbe una gamblata. Online invece cambia poco, su punto it già gioco tutto quello che parte. Al limite da un punto di vista di prospettiva…

Che prospettiva?

Quella di trasferirmi a Malta a giocare su punto com. Non so di preciso quando, sto aspettando che finisca il mio anno contabile per tirare le somme e capire un attimo. Ma credo che il 2023 sarà l’anno buono, mi farò i conti in tasca per fare le cose a modino prima di andare.

COMPARAZIONE GIOCHI
Giornalista pubblicista dal 2005, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho fatto anche altro, tipo scrivere due libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.