Vai al contenuto

WSOP 2013 ev. 39: Minieri ed Alioto sono fuori


Niente da fare nello Stud hi/low: sia Minieri che Alioto sono stati eliminati nel corso del day 2 prima di raggiungere l’in the money, spettato ai primi 56 giocatori. Rimangono così 17 players.

Se per gli italiani quindi questo torneo non ha dato i frutti sperati, la situazione è completamente diversa per Matthew “Plattsburgh” Vengrin, che oltre ad aver vinto due milioni di dollari online grazie ai tornei vanta già numerosi piazzamenti alle WSOP, e soprattutto una chipleading mostruosa in vista del day 3. 

Il suo stack è infatti pari a 504.500 fiches, quando la media è di 147.700: naturalmente il braccialetto ed i suoi 185.000 $ sono tutti da conquistare, ma certo un vantaggio simile nelle mani di un giocatore esperto ne fanno più di un indiziato per il successo conclusivo.

Fra coloro ancora in corsa anche Linda Johnson, mentre devono accontentarsi di un semplice in the money Phil Hellmuth, David Baker, Toby Lewis e Barry Greenstein, il migliore fra i citati grazie ad un 21esimo posto che gli è valso poco più di 5.000 $. 

Certo avremmo preferito che là in mezzo ci fossero anche dei nostri connazionali a giocarsela, ma le occasioni per arrivare in alto non sono ancora finite.

Scopri tutti i bonus di benvenuto
  1. Matt Vengrin 504.500
  2. Tony Gill 249.500
  3. Joseph Hertzog 249.500
  4. Mike Leah 220.000
  5. Daniel Idema 218.500
  6. Linda Johnson 161.500
  7. Raul Paez 155.000
  8. Randy Sim 151.000
  9. Artie Cobb 138.000
  10. Young Phan 115.000
(photo courtesy of PokerNews.com)

Su Assopoker la copertura delle WSOP 2013 prosegue, grazie ai blog, alle news ed alle FantaWSOP, offerti da TitanBet.it.

COMPARAZIONE GIOCHI