Vai al contenuto

WSOP Main Event: è il giorno di Musta che rilancia al buio e chiude a 260.800, Sammartino c’è, Dario out!

Aggiornamento ore 10.20. Giornata ad altissima tensione al Rio per il day 2C del WSOP Main Event, uno dei primi snodi cruciali per il lungo cammino verso il final table. A Las Vegas si parla del ritorno in grande stile di Dario Minieri (puoi leggere l’articolo a parte) che, nonostante l’eliminazione, ha lasciato traccia di sé al tv table, in diretta a contendere piatti e visibilità a Phil Hellmuth, come ai vecchi tempi.

Leggi l’ultimo aggiornamento da Vegas delle 14.15 con il chipcount ufficiale

In vena di show anche il nostro giocatore più famoso in questo momento: Mustapha Kanit che, partito con uno stack di 77.300 chips ha chiuso a 260.800 (dato ufficioso fornito da WSOP ma la giornata è finita da poco e le informazioni che filtrano dall’Amazon Room non sono ancora ufficiali, c’è molta confusione in sala).

WSOP Main Event: il bilancio

Il primo report ufficioso indica 13 italiani qualificati per il day 3 che si vanno ad aggiungere ai 10 di ieri, per un totale di 23 nella folle corsa per il final table. Ne perdiamo 8 per la strada.

Musta show rilancia al buio

Musta come al solito non si è risparmiato ed ha anche regalato qualche nota di colore. Due ore fa, in piena notte a Vegas, Kanit sentiva ancora il fuso orario italiano e tra una pausa e l’altr si è lasciato andare: “I am not a bully but I like to bully bullies and I eat donkeys for breakfast”. E così ha promesso di rilanciare al buio nella mano successiva.

Sul flop 3 7 6 check del big blind e check del giocatore di Alessandria.

Al turn a il big blind ha bettato 3.400, Mustapha chiama e al river k il bb spinge fino a 7.000. Musta prova a stuzziare l’avversario per studiarlo: “sei un genio o un asino?” . Musta fa call, l’oppo mostra q 8 , il piattino va all’azzurro con a 8 . Un piattino che però la dice lunga sullo stato di forma dell’azzurro che promette battaglia anche nei prossimi giorni.

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

 

La situazione degli azzurri

In attesa del report ufficiale (che verrà pubblicato tra un paio d’ore dalle WSOP), risulta chipleader italiano Filippo Gandini, seguito da Luca Famea. Ben messo Mustapha Kanit (dal count ufficioso risulta con oltre 260.000 gettoni). Bene anche Paolo Massa.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Si presentano al day 3 con uno stack medio sopra le 100.000 Alessandro Minasi, Salvatore Bonavena, Gianluca Irpino (ex grinder di Pokermagia a Las Vegas) e Dario Sammartino che da 60.000 nell’ultimo livello è riuscito ad incassarne altre 40.000 e chiudere a 100.000 circa.

Più corti Giuseppe Zarbo, Alessandro Meoni, Flaminio Malaguti. Molto short Giuliano Bendinelli e Donis Agnelli. Ma vi aggiorneremo con i count ufficiali.

Gli italiani eliminati

Fuori dai giochi Federico Butteroni, Dario Minieri, Cristiano Guerra, Mario Perati, Daniele Primerano, Umberto Ferrauto, Roby Begni e Luigi Curcio. Nel prossimo report vi aggiorneremo con l’elenco ufficiale e completo.

Gli stranieri

Il chipleader risulta l’inglese Artan Dedusha con oltre 680.000 gettoni, seguito dall’americano Marcin Chmielewski (564.000). Quarto il francese Sonny Franco. Attenzione a Ryan Hughes (510.100) che è in corsa per la vittoria del titolo di Player of The Year. Fuori invece Chris Ferguson.

Nella top 10 provvisoria troviamo Nick Petrangelo e Natasha Mercier (moglie di Jason). Ben messi anche Remi Castaignon e Joe Serock.

I vip

Finisce la corsa anche di Daniel Negreanu e Phil Hellmuth nel day 2c, così come per Maria Ho, Bertrand Grospellier, Anthony Zinno e Gus Hansen. Nessuna deep run nel 2017 neanche per William Kassouf.

In corsa per il titolo gli ex campioni del Main Event Scotty Nguyen, Johnny Chan, Joe Cada e Carlos Mortensen. Ben posizionati anche Dominik Nitsche, Jake Cody, Felipe Ramos, Cate Hall e Fernando Pons. Bene anche l’argentino Ivan Luca (244.800).

Seguono aggiornamenti, chipcount definitivo e il report ufficiale, seguiteci!

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.