Vai al contenuto

La bad run in un video: tre scoppi clamorosi con Q-Q, K-K e A-A e il torneo di Buehlero va in fumo

Dopo qualche anno di declino, oggi il poker sta vivendo una nuova popolarità grazie a Twitch e YouTube. Sulle due piattaforme video, sempre più persone trasmettono in diretta le loro sessioni e/o caricano le clip delle mani più interessanti. Se una volta le discussioni si svolgevano principalmente sui forum, oggi è molto più facile trovare i botta e risposta sotto i video di YouTube oppure nella chat di Twitch. E come un tempo i forum venivano utilizzati spesso e volentieri per lamentarsi degli scoppi subiti, oggi anche il whine si è spostato sulla piattaforme video.

Ma di tutti gli scoppi presenti su YouTube, forse il più clamoroso è quello postato dal grinder tedesco Henri “buehlero” Bühler, un ragazzo di 20 anni che fa parte della cosiddetta GrindNation, un team composto da streamer e youtuber del calibro di Joe Ingram e Doug Polk. Qualche giorno fa, “buehlero” ha postato il video di una sessione “folle” (così l’ha definita) su Pokerstars.com. Il torneo in questione era il Bounty Builder da $82, dove molti giocatori amatoriali chiamano gli all-in anche con mani marginali nella speranza di vincere le taglie.

L’MTT di Henri stava andando molto bene, perché a 64 left poteva vantare una ottima sesta posizione. Considerando che si tratta di un torneo da $20.000 garantiti, le prospettive per centrare un premio interessante erano concrete. Ma si sa che nel poker la varianza colpisce quando meno te lo aspetti…

La sua badrun è iniziata quando un giocatore è andato all-in per le ultime 2.800 chips sui blinds 400-800. Come detto, nei tornei con le taglie i giocatori tendono ad andare ai resti molto più facilmente per provare a vincere i soldi dei bounty. Così, quando uno short va all-in, non è raro assistere a una action frenetica e talvolta irragionevole.

In questo caso specifico c’è stato un call e il reshove per 25.000 chips del giocatore sul cutoff. “buehlero” era sul big blind con Q-Q e uno stack di 54.000 chips e non ha potuto fare altro che chiamare. Lo shortstack ha mostrato K-7s e il giocatore sul cutoff K-J; i due si toglievano un out a vicenda per scoppiare la coppia di Donne di “buehlero”, ma sul turn è sceso proprio un Re. Così il grinder tedesco ha perso metà stack e la possibilità di diventare chipleader del torneo.

qq
Lo scoppio con Q-Q

Dopo aver foldato la mano successiva, si è ritrovato sul bottone con K-K, un’ottima occasione per provare a risalire immediatamente. Ha aperto il gioco a 1.890 chips e ha snapcallato il push del big blind per 12.831 chips. Allo showdown si è visto girare A-7 e ancora una volta è stato un turn a condannarlo: è sceso un Asso che ha consegnato il piatto all’avversario.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Rimasto con 15.216 chips, nella mano immediatamente successiva “buehlero” si è trovato davanti A-A. Ha aperto il gioco a 1.890 chips e ha nuovamente snapcallato il push di un avversario con uno stack leggermente più piccolo. Questa volta si è visto girare K-10 e ancora una volta è stato scoppiato: sul flop sono scesi due 10. Dopo aver imprecato, il giovane grinder si è alzato dal tavolo per provare a combattere l’inevitabile tilt. Quel torneo, oltretutto, era anche quello con il buy-in più alto della sua sessione.

Lo scoppio con A-A
Lo scoppio con A-A

Ma d’altronde la vita di un giocatore professionista di poker è anche tutto questo. Chi pensa che guadagnarsi da vivere con il poker sia semplice, dovrebbe guardare questo video a partire dal minuto 05:36.

[youtube] https://www.youtube.com/watch?v=IyetshldyC0 [/youtube]

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta