Vai al contenuto
scommesse tipster

Marco D’Angelo: lo scommettitore più famoso nel mondo per certi modi di puntare, le sue strategie “umanistiche”

L’America, il paese delle contraddizioni, ha nelle scommesse uno dei suoi simboli più ambigui e affascinanti dopo la liberalizzazione stabilita dalla Corte Suprema 6 anni fa. E in questa arena, Marco D’Angelo è diventato una figura di spicco, un gladiatore delle quote e delle probabilità, ma soprattutto uno dei consulenti più esperti negli handicap al mondo negli sport a stelle e strisce, soprattutto per quanto riguarda il football americano (in particolare quello collegiale ma anche NFL)

A Las Vegas si è rivelato uno dei top handicapper. E’ nel mondo delle scommesse fin dal 1980.

La storia di Marco ha tutti gli ingredienti del sogno americano conditi dalla dura realtà delle scommesse sportive, dove nulla è scontato e dove le beffe possono essere anche dietro l’angolo, ma una città dura e magica come Las Vegas lo ha relegato come uno dei top in assoluto più preparati e forti.

In Nevada, fino a pochi anni fa, era l’unica location nella quale le scommesse sportive erano consentite nei casinò.

Sua maestà, il Betting, ha trovato in lui non solo un suddito leale ma un vero e proprio cavaliere. Ha iniziato a scommettere fin da ragazzo e con successo.

“Non puoi solo guardare le statistiche. Devi guardare l’aspetto umano. Dopotutto, sono gli umani a creare le statistiche”.

Marco D’Angelo

Marco D’Angelo: la svolta come consulente a Las Vegas

E’ proprio a Las Vegas, quella Disneyland per adulti dove ogni sogno e incubo diventano realtà, che la nostra storia prende una piega decisiva. Marco, a cinquant’anni suonati, lascia la tranquillità della sua Pittsburgh per la frenetica città senza sonno né morale, dove il gioco è al centro di tutto.

Qui D’Angelo si immerge completamente nel suo mestiere, non senza incappare in alcune brutte voci che tendono a screditarlo nei primi anni.

Nonostante le difficoltà, Marco non perde mai la sua bussola morale. Il dolore personale, come la perdita della prima moglie per un attacco di cuore, non ha fatto che rafforzare la sua determinazione.

scommesse football americano
Marco D’Angelo rappresenta uno dei gamblers più rispettati di Las Vegas nelle scommesse NFL

Il suo metodo “umanistico”: le statistiche e le persone dietro alle logiche sportive

Su Assopoker vi abbiamo raccontato spesso di gamblers professionisti di successo che avevano basato le loro vittorie su sistemi statistici e algoritmi consolidati. La storia del betting è ricca di queste storie.

Con D’Angelo è diverso, siamo su un’altra strada. La sua filosofia di scommessa si distingue per un approccio che potremmo quasi chiamare umanistico: non si limita a leggere le statistiche, ma cerca di comprendere l’animo umano dietro i numeri.

“Non puoi solo guardare le statistiche”, dice Marco, “Devi guardare l’aspetto umano. Dopotutto, sono gli umani a creare le statistiche”. È una lezione di vita, non solo una strategia di scommessa.

Marco D’Angelo spiega le sue strategie: l’esempio del “playmaker chiave”

D’Angelo spiega il suo metodo: “Spesso quando un playmaker chiave si infortunia, la gente sopravvaluta l’effetto della sua assenza. Nella prima partita senza di lui, il resto della squadra è estremamente concentrato e quindi sono tutti più propensi a vincere. È la seconda partita quella da osservare con attenzione, potrebbe esserci un rilassamento. Con il pubblico ora convinto che la squadra sia imbattibile, i giocatori perdono il loro edge e si presenta l’occasione per una sconfitta”.

Ma la specialità della casa è il betting in-play: sa interpretare in diretta, durante gli eventi sportivi, i dettagli che possono fare la differenza tra vittoria e sconfitta.

Il record del 2010 con 25 scommesse vinte consecutive

Dal 2014 condivide sul suo sito (Pregame) tips gratuiti e, si narra, che solo nella sua prima stagione, i suoi pronostici avessero una percentuale di successo del 61% con quote medie molto alte nel College Football. Il suo strike medio risulta del 57%.

E i risultati parlano chiaro. Durante la stagione di baseball del 2010, Marco ha incantato il mondo del MLB con ben 25 scommesse vinte consecutive, con quote mai inferiori a 1.83 (-120) ovvero del 54,6%. Un vero e proprio miracolo statistico che sembra quasi sfidare le leggi della probabilità.

Nel mondo delle scommesse americane è considerato una leggenda, è uno dei rappresentanti più fulgidi dei gamblers di successi che ogni giorno sfidano i principali bookmakers online.

COMPARAZIONE BONUS DI BENVENUTO
Fino a 50€ alla registrazione + 200€ Fun bonus + 5.000€ con “Salva il bottino”
200% sul primo versamento sino a 1.000€ +750€ in bonus slot
200% sul primo versamento sino a 1.000€ + 750€ in bonus slot
Bonus del 50% sul primo deposito fino a 100€
100% fino a 25€ + 5€ bonus sulla prima ricarica
15€ Bonus free + fino a 600€ sul primo deposito
300€ sul giocato + 7€ deposito + fino a 2.322€
Bonus del 100% sul primo versamento sino a 100€
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.