Gioco legale e responsabile

Chrome · Psicologia

La teoria del grinding (6° parte)

Scritto da
20/05/2011 07:17

8.021


Dopo aver elencato i 10 modi in cui, in genere, si prova a migliorare il proprio gioco, Tony “Bond18” Dunst analizza l’efficacia e l’efficienza di ciascuna delle diverse opzioni.

Giocare a poker
“Ovviamente, allenarsi nel gioco rappresenta l’azione più importante per migliorare. Quanto si dovrebbe giocare rispetto a quanto si dovrebbe cercare di progredire attraverso altri metodi dipende da diversi fattori, tra i quali il grado di necessità di vincere denaro (ammesso che siate già in grado di ottenere un profitto), il volume che potete produrre, obblighi e responsabilità al di fuori del gioco ed altri ancora.

Personalmente, ho scoperto che sono capace di produrre il volume massimo a poker creando una routine, poiché il tempo viene riservato specificamente per quel compito e qualsiasi altra opportunità mi venga offerta può essere rifiutata perché ho già creato un obbligo mentale con me stesso di essere al lavoro (a meno che quell’opportunità sia davvero troppo ghiotta per resisterle, come talvolta accade).

Oltre a ciò, cerco di sovrapporre lo studio al gioco, cioè nei momenti dei tornei in cui non succede nulla mi leggo i forum di poker e quando capitano spot più complessi mi copio subito l’hand history sul notepad in modo da poterlo rivedere in un secondo momento oppure postarlo da qualche parte se sono ancora confuso.

Ingaggiare un coach
Avere un istuittore personale è davvero un modo eccellente per migliorare nel proprio gioco. Lo svantaggio è il costo, dato che molti coach chiedono fra i 100 e i 500 dollari per ogni ora di lavoro. D’altro canto, però, un coach esaminerà ogni vostra domanda e leak e vi fornirà una quantità enorme di informazioni in un periodo breve di tempo. Se state pensando di farvi dare qualche lezione attraverso skype, è meglio che vi prendiate appunti su tutto quello che vi viene detto e spiegato durante la sessione di coaching.

Un’ora spesa con qualcuno che ha davvero molto da dirvi su determinati argomenti potrebbe portare ad un sovraccarico d’informazioni che renderà più difficile il vostro processo di memorizzazione ed apprendimento. Avere un sacco di note cui far riferimento in tutti i momenti del proprio studio vi garantirà, nel tempo, un livello più profondo di comprensione.”

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento